Cerca

Adolescente rottamatore

Il tredicenne Mattia demolisce Renzi: "Ha fallito, farò io il premier"

Il tredicenne Mattia demolisce Renzi:

"Al Renzi candidato alle primarie avrei dato un bel 9, a quello al governo ora do un 6 scarso. A Salvini un 8 per come espone le sue idee, ma sui contenuti si merita un 4 pieno". Mattia Costa è un tredicenne di Crema, autore a quattro mani insieme al suo ex insegnante Alex Corlazzoli del libro 'Sai maestro che… da grande voglio fare il premier'. La sua storia la racconta oggi il quotidiano "La Stampa". "Mi ha sempre attratto la politica, perché è l' arte di aiutare chi ha bisogno e di dare a tutti la possibilità di realizzare i propri sogni. O meglio, questo dovrebbe essere. Il mio è quello di diventare premier: la figura di Matteo Renzi inizialmente mi ha entusiasmato. Mi piace il suo stile e anche quello che dice: peccato non abbia realizzato praticamente nulla. Ecco io vorrei avere il suo carisma e la sua intelligenza, ma con la capacità di concretizzare gli annunci fatti".

A Mattia piace la Merkel e alla cancelliera tedesca si ispirerebbe se un giorno, come sogna, dovesse diventare presidente del Consiglio. "Se io fossi premier abbasserei subito le tasse: lo so che è facile da dirlo, ma è da lì che bisogna partire. Facendole pagare a tutti, in giusta misura. Poi bisogna valorizzare di più la cultura: è l' economia del domani".

Un intero capitolo del suo libro è dedicato alla "Buona scuola" che vorrebbe: "Della riforma approvo l' aumento delle esperienze pratiche in azienda. Ma vorrei anche scuole più belle e aperte fuori l' orario delle lezioni, con armadietti personali e spazi accoglienti: le sentiremmo sicuramente più vive e più nostre". Infine, l' ultimo pensiero, è dedicato a Berlusconi. "Rappresenta il passato, ma non del tutto: in fondo è ancora lì".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gerardo.somma

    02 Settembre 2015 - 13:01

    il ragazzino per ora ha degli ottimi proponimenti, il guaio è che come arrivano a montecitorio e prendono contatto con tanti incapaci per dirla pulita, si guastano, per una buona politica forse dovremo mandare a casa tutti ma proprio tutti i vecchi politici, dovrebbe essere tutto nuovo e pulito per non avere contaminazioni.

    Report

    Rispondi

  • fausta73

    02 Settembre 2015 - 11:11

    Corlazzoli gli ha fatto il lavaggio del cervello.

    Report

    Rispondi

  • Angelalbert

    02 Settembre 2015 - 09:09

    Una tesserina gratuita subito del pd al futuro premier in erba. La Stampa poteva anche risparmiarsela la pubblicazione pagando sicuramente il minore e il maestro dai concetti così profondi, intelligenti e straordinariamente innovativi. Chissà come reagirebbe se qualche clandestino rigorosamente negro aggredisse qualcuno della sua famiglia. Lo perdonerebbe per non sembrare razzista?

    Report

    Rispondi

  • FabiettoFJ

    02 Settembre 2015 - 08:08

    Anche io ho scritto un trattato politico a 4 mani con il mio criceto. Mavadaviaiciapp al professore.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog