Cerca

Confessioni peccaminose

Mario Monti: "Io, politicamente asessuato. Il mio governo più di sinistra di quello di Matteo Renzi"

Mario Monti

Un assoluto "Mario Monti show" a In Onda, l'approfondimento di La7 ora condotto da David Parenzo e Tommaso Labate. L'ex premier snocciola tutto il peggio del suo repertorio, ricordandoci e ripetendoci il suo mantra, ovvero che lui ha "salvato l'Italia". Ma non è tutto. Già, perché il Professore delle tasse confessa che "nel 2011 ero politicamente asessuato". Insomma, né a destra né a sinistra, spiega, perché "in quel momento ci voleva uno asessuato a livello politico".

Tipo sinistro - Eppure, poco dopo, Monti si smaschera da solo confessando, di fatto, quale sia la sua naturale inclinazione politica: "Il mio governo - spiega - era più a sinistra di quello di Renzi". Una frase che il Loden scandisce come se fosse un merito (o, forse, si riferisce al fatto che il suo governo ha battuto ogni record possibile di nuove tasse, così come da tradizione si confà alla sinistra?).

Silvio e "golpe" - Le confessioni, però, non sono ancora terminate. Prima c'è spazio per l'insulto al Cavaliere, quando Monti afferma che "il mio governo ha salvato il paese da una china che abbiamo dimenticato, dall'agonia del governo Berlusconi". Dunque il Prof si spinge fino alla fantapolitica, spiegando che se non ci fosse stata Scelta Civica, nel 2013, Berlusconi sarebbe stato eletto al Colle. Infine, il Prof rivendica il golpe, affermando che "mi candidai per evitare che al governo andasse la sinistra di Bersani e Vendola o la destra di Berlusconi. Scelta Civica - rincara - era nata per impedire che ci fosse un governo di destra o di sinistra". Insomma, Monti è servito soltanto ad evitare che l'Italia avesse un esecutivo legittimamente eletto: ad affermarlo è il diretto interessato.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Falcesenzamarte

    04 Settembre 2015 - 08:08

    Qesto ragioniere e' proprio una bella testa di ........e temo che non sia solo politicamente asessuato ma lo sia anche realmente e saprattuto decerebrato..Oppure e' sacrosanta verita'il fatto che ,come diceva la buonanima di un vecchio marpione della politica e' meglio cumanna' che fottere.Evidentemente a costui manca la cadrega.

    Report

    Rispondi

  • arwen

    03 Settembre 2015 - 20:08

    Taci, vile, in un paese serio staresti difronte a un tribunale a rispondere del reato di alto tradimento.....

    Report

    Rispondi

  • enzoruggieri

    03 Settembre 2015 - 19:07

    Se Berlusconi fosse salito al Colle la Merkel avrebbe trovato un osso duro e non sarebbe così prepotente. Berlusconi non è mai stato pecorone come Monti che temeva la Merkel ed obbediva agli ordini rovinando l'Italia

    Report

    Rispondi

  • enzoruggieri

    03 Settembre 2015 - 19:07

    Se Berlusconi fosse salito al Colle la Merkel avrebbe trovato un osso duro e non sarebbe così prepotente. Berlusconi non è mai stato pecorone come Monti che temeva la Merkel ed obbediva agli ordini rovinando l'Italia

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog