Cerca

Sfida totale

Immigrazione, Giorgia Meloni censurata dalla presidenza del Consiglio sfida Laura Boldrini: "Voglio sapere che cosa ne pensa"

Immigrazione, Giorgia Meloni censurata dalla presidenza del Consiglio sfida Laura Boldrini:

Il governo censura Giorgia Meloni, "rea" di aver detto la sua sugli immigrati. La leader di Fdi-An si dice ancora incredula per il fatto di aver ricevuto una lettera dall'Unar, l'Ufficio nazionale antidiscriminazione della presidenza del Consiglio dei ministri, in cui viene ripresa per alcune dichiarazioni sull'immigrazione e sui rischi collegati al fenomeno. Dopo la protesta imbavagliata della vigilia, la Meloni, ora, dice la sua a Il Tempo, dove esordisce: "Interrogherò Laura Boldrini perché voglio sapere che cosa ne pensa il presidente della Camera, che dovrebbe tutelare i parlamentari, su quanto accaduto. Mi auguro che voglia fare il presidente della Camera - prosegue - e non pensare se condivide o meno le dichiarazioni per cui sono stata censurata, bensì se condivide la censura a cui è stato sottoposto un parlamentare. Ho chiesto un incontro anche al presidente Mattarella, che è il garante della Costituzione, perché mi possa dire come devo comportarmi davanti a quello che è uno sfregio alla Costituzione". La leader di Fdi-An, interrogata su quale saranno le sue prossime mosse, aggiunge sprezzante: "La prima azione in assoluto è quella che farò adesso nel mio ufficio e cioè cestinare questa lettera. Rimane però la follia generale del metodo con cui tutto ciò è stato fatto".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Napolionesta

    28 Settembre 2015 - 18:06

    La Baldrina tonta....

    Report

    Rispondi

  • gilberto.fanfani

    09 Settembre 2015 - 19:07

    E quando mai ha pensato ?

    Report

    Rispondi

  • stich

    04 Settembre 2015 - 11:11

    La signora abusiva.. tutto quello che dice o dirà è di una ipocrisia unica.

    Report

    Rispondi

  • bagolona

    04 Settembre 2015 - 09:09

    Gradirei sapere perché Marco De Giorgi direttore Unar, non ha ancora censurato Marino per la frase "tornate nelle fogne...". Forse era disattento? O era in ferie ai Caraibi?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog