Cerca

Strasburgo

L'Udeur di Clemente Mastella espulso dal Partito popolare europeo

L'Udeur di Clemente Mastella espulso dal Partito popolare europeo

L’Udeur di Clemente Mastella è stato espulso dal Ppe per morosità. La decisione, proposta della segretaria del Partito popolare europeo, è stata approvata dall’assemblea politica che si è riunita a Bruxelles. Il voto è stato unanime, a parte l’astensione del Ppi di Mario Mauro. "Pur riconoscendo le ragioni della procedura, ci siamo astenuti per rispetto alle vicende di questo partito", ha spiegato il senatore ed ex ministro della Difesa, specificando che alla votazione non erano presenti esponenti di Ncd, Udc e Forza Italia.

"La notizia dell’esclusione dell’Udeur per morosità dal Partito popolare europeo corrisponde al vero - ha detto Mastella - la verità è però che da alcuni anni l’Udeur non è più un partito e quindi ci sembrava sciocco pagare una quota associativa in mancanza di una partecipazione attiva e politica al Partito popolare europeo. Era un po’ come pagare il canone con un televisore che ti hanno portato via, perché l’Udeur in realtà fu portato via drammaticamente nel 2008".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • giustiziero

    09 Settembre 2015 - 13:01

    vedi i capelli e ti dico dove vai troppo vento

    Report

    Rispondi

  • erregalbiati

    09 Settembre 2015 - 10:10

    Questo è il motivo per cui si stà riciclando in Italia con il suo sodale bin Alfan e prendere relativi finanziamenti. Come si dice? ...la faccia come il ...?

    Report

    Rispondi

  • raf1943

    09 Settembre 2015 - 10:10

    Ha ragione Mastella e chi se ne frega del PPE,visto che a guidarlo sono tutti leaders del Nord Europa!!

    Report

    Rispondi

  • allianz

    04 Settembre 2015 - 06:06

    Azz....Ha accusato il colpo.Dalla foto sembrerebbe che i capelli gli siano diventati dritti.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog