Cerca

Lo scontro

Angelino Alfano attacca Matteo Salvini: "Specula sui morti, è razzista", il leghista: "Incapace, mi fa pena"

Angelino Alfano attacca Matteo Salvini:

Quella che per mesi è stata alta tensione sul tema immigrazione tra il ministro dell'Interno Ncd Angelino Alfano e il leader della Lega Matteo Salvini, è diventata ormai rissa a distanza a colpi di insulti. Uno degli scandali che più di altri hanno segnato il sistema italiano di accoglienza agli immigrati è stato lo scandalo scoppiato sul Cara di Mineo, sul quale sono emersi dalle indagini della Procura di Roma e Catania gli interessi di Mafia Capitale e una gestione degli appalti poco trasparente. Da tempo la Lega ne chiede la chiusura e il trasferimento altro degli oltre 3mila immigrati ospitati nella struttura, attaccando direttamente Alfano e il suo partito che proprio in quella zona ha uno storico feudo elettorale. Alla vigilia di una nuova visita del leghista nel centro, Alfano ha rintuzzato agli attacchi del Carroccio: "Salvini dovrebbe innanzitutto dire che il Cara di Mineo lo ha aperto la Lega Nord, questa - ha detto il ministro - è una verità storica. Dopo di che, noi crediamo che Salvini speculi sui morti, che Salvini sia l'espressione di un razzismo che oggi è il germe e il seme più pericoloso per tutta l'Europa".

La struttura - Piazzato vicino un paesino da poco più di 5mila abitanti, il Cara di Mineo secondo Alfano non ha bisogno di essere smantellato: "Ora la situazione è molto diversa da prima e voglio anche ricordare - ha detto in conferenza stampa - Ma noi valutiamo tutto quello che c'è da fare per ricondurre tutto a una sana gestione e abbiamo già fatto i primi passi".

Lo spauracchio - L'attacco di Alfano è a tutti quegli esponenti in Europa che si oppongono all'attuale gestione dell'emergenza migratoria nei Paesi membri: "L'Europa ha avuto i lager 70 anni e non 700 anni fa. Noi abbiamo in giro per l'Europa una serie di esponenti politici che sono a favore del buio delle menti, del sonno della ragione per far tornare l'intero continente a un passato che noi non vogliamo far rivivere". La necessità per Alfano è innanzitutto salvare vite umane: "Oggi la nostra grande vittoria - ha aggiunto - dopo due anni di persecuzione e aggressioni violente della Lega è che tutti si sono resi conto che la responsabilità del flulsso migratorio non si poteva attribuire al ministro dell'Interno, un flusso biblico di migranti che non si era mai visto prima nella storia d'Italia". E passa all'attacco diretto contro la Lega: "Solo il becerume della Lega poteva fare dire che la colpa era del mio ministero".

La reazione - Alle bordate di Alfano ha risposto direttamente Salvini dalla sua pagina Facebook: "Sta trasformando il Mediterraneo in un cimitero - ha detto il leghista - Questo incapace, incollato alla poltrona, mi fa pena. Fra poco ruspa per Alfano". Tirato in ballo dalle dichiarazioni del ministro dell'Interno, è intervenuto anche l'ex titolare del Viminale, Roberto Maroni, oggi presidente della Regione Lombardia: "Alfano era ministro con me quando abbiamo aperto il Cara di Mineo o dormiva?". Nei sei mesi in cui quel centro era stato gestito sotto il governo Berlusconi, non c'erano ancora stati incidenti. Sono seguiti poi i governi Monti e Letta, fino all'attuale di Renzi: "Se poi non viene gestita bene la struttura - ha aggiunto Maroni - non è colpa di chi l'ha aperta. È l'incapacità di trovare soluzioni che porta a dare sempre colpe agli altri, questa è la sinistra italiana".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • dodo1861int

    04 Settembre 2015 - 13:01

    non sono leghista, ma un figuro come alfano dovrebbe sparire,( ncd papponi di stato e sanguisughe)

    Report

    Rispondi

  • beatles14

    03 Settembre 2015 - 23:11

    alfano è un fallito

    Report

    Rispondi

  • veneziano49

    03 Settembre 2015 - 22:10

    ...il giro è lo scambio di voto ,mafioso per il comportamento,d'altronde il teatro è la Sicilia, Alfano è siciliano , Cara di Mineo è in Sicilia,Castiglione del NCD , l'NCD ha preso alle amministrative del 2013 il 45% ..come non pensare ad un uso politico del centro di Cara di Mineo , un modo diverso ma non distante dalle coop di Buzzi....ha la coda di paglia ecco perchè si scaglia contro la Lega.

    Report

    Rispondi

  • routier

    03 Settembre 2015 - 19:07

    Le lamentazioni ed i lai, per quanto giusti, sono inutili ed ingenerosi. La radice del problema non sono i politici incapaci al governo, bensì gli elettori che hanno dato loro la maggioranza dei consensi. Quando (e se) si tornerà a votare, ricordiamocelo ! Ma finché gli elettori continueranno a votare per ideologie contrapposte tipo: "guelfi e ghibellini" c'è poco da sperare.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog