Cerca

Il candidato

Enrico Rossi, l'uomo che sfida Renzi: così nel 2017 lo mando a casa

Enrico Rossi, l'uomo che sfida Renzi: così nel 2017 lo mando a casa

"Uno: il congresso del Pd c'è nel 2017. Due: non sono e non sarò antirenziano. Io sono io, Enrico Rossi, con la mia storia, la mia cultura politica, le mie idee. Permettetemi di raccontare questa storia e di fare le mie proposte". Con queste due premesse il governatore della Toscana si candida a segretario del Pd e in una intervista al Giorno spiega di non vedere "chi sappia davvero impersonare una proposta alternativa, che non sia antirenziana in modo pretestuoso, a prescindere, ma che raccolga quel mondo di sinistra che sta alla base dei valori fondativi del Pd, di sinistra e non solo. Penso ai cattolici democratici".

Per Rossi un punto fermo è che "la nostra gente si è espressa, ha dato a Renzi un mandato preciso. Invece spesso pare che nel Pd ci siano due partiti...". E questo è un errore: "Il governo Renzi va aiutato in tutti i modi, con spirito unitario. Il Paese ha bisogno delle riforme, buttare tutto sarebbe un peccato". Certo se non è antirenziano Rossi è comunque molto diverso dal presidente del Consiglio: "Usiamo un diverso modo di raccontare la politica. Penso al suo rapporto con i corpi intermedi", il sindacato per esempio "ha fatto tanti sbagli, ma la rottura è un errore. Il sindacato va sfidato sull'innovazione". Sulle tasse "andrei cauto a ridurre le tasse sui patrimoni dei benestanti. Sarebbe un regalo inutile. Andrebbe ridotta a una parte di popolazione, diciamo a un 60/70 per cento, come fece Prodi. Il resto dei tagli a lavoro e imprese. Come peraltro ci chiede l' Europa". 

Bersani e D'Alema, continua Rossi, "li ascolto molto volentieri, possono svolgere un ruolo importante e dare un contributo di idee" e se mai diventerà segretario non si dimetterà da governatore: "In Toscana si rivota solo nel 2020, qualsiasi cosa accada».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • cartonito

    08 Settembre 2015 - 16:04

    dalla padella alla brace ,perlomeno Renzi una risata ce la fa fare ,lui neppure quella fra lui e la moglie hanno fatto a chi a sbagliato di più.

    Report

    Rispondi

  • Blackcat

    08 Settembre 2015 - 15:03

    troppo tardi

    Report

    Rispondi

  • ernesto1943

    08 Settembre 2015 - 13:01

    un'altro rospo che si crede un toro.

    Report

    Rispondi

    • il passatore

      08 Settembre 2015 - 18:06

      Il tuo Salvini cosa si sente? Meglio non precisare . Però raglia quindi....

      Report

      Rispondi

  • allianz

    08 Settembre 2015 - 09:09

    Vada a cavar patate nel campo.Almeno non fa danni.

    Report

    Rispondi

    • il passatore

      08 Settembre 2015 - 18:06

      Sei il solito asino.

      Report

      Rispondi

blog