Cerca

Politica

Censore della Meloni via da Palazzo Chigi

Censore della Meloni via da Palazzo Chigi

La leader di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni, ha vinto un'altra battaglia e chi aveva censurato le sue espressioni, ritenute un po' troppo forti, sulla questione dei rifugiati, sarà bandito da Palazzo Chigi. Marco De Giorgi, direttore dell'Unar, l'Ufficio nazionale antidiscriminazioni razziali, il 2 settembre scorso aveva redarguito la Meloni e l'aveva invitata in una nota formale a "trasmettere alla collettività messaggi di diverso tenore". Il risultato? Una grande polemica politica e il probabile mancato rinnovo dell'incarico per quello che ormai è noto come "il censore di Palazzo Chigi".

La vicenda - Giorgia Meloni, dopo aver ricevuto l'ammonimento, aveva scritto al presidente del Consiglio Matteo Renzi facendogli notare che le sue erano opinioni già conosciute e non offensive. "Ho solo detto che l'Italia dovrebbe dire basta all'immigrazione", aveva ribadito la leader di FdI. E il Premier aveva concordato con lei che l'opinione di un parlamentare è insindacabile. La Meloni è stata poi ricevuta dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella che l'ha invitata a ritenere "un'anomalia la lettera di un ufficio del governo che richiama un parlamentare per le posizioni espresse", come riportato dal Giornale. Una considerazione sulla vicenda è arrivata anche dal presidente della Camera Laura Boldrini che ha invitato la leader di FdI a ricordare che "in una fase tanto delicata della vita politica e sociale del nostro Paese e dell'europa, a coloro che ricoprono incarichi pubblici, è richiesto il massimo senso di responsabilità nell'esercizio delle proprie funzioni".

Il monito- In favore del "censore", che ora vede il rinnovo del suo mandato sfumare, si è schierata l'Arci, associazione vicina agli anti renziani del Pd. Dall'associazione è arrivato un monito:"Non prevalgano ancora una volta gli interessi della cattiva politica".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • geompiniliberoi

    10 Settembre 2015 - 10:10

    Questo ente ,e'stato creato da FI.....questo dirigente sinistronzo e' lì' dalle origini, veramente paradossale, il cdx da i posti ai comunisti , poi si lamentano che i comunisti hanno tutti i posti di potere. Voglio sapere anche in quale posto ,ben pagato naturalmente, lo hanno parcheggiato. Comunque un ente inutile, i soliti soldi di noi cittadini spesi per niente, nel cdx siamo messi male,moltoo

    Report

    Rispondi

  • vmannel

    10 Settembre 2015 - 08:08

    La Meloni difenda pure il diritto alla libertà di espressione di chiunque non sia parlamentare,grazie

    Report

    Rispondi

  • silvano45

    09 Settembre 2015 - 21:09

    boldrini non si ricorda che e' il nulla politicamente e che sino a ieri era solo un impiegata di un ente inutile, utile solo per impiegati e dirigenti inoltre e' stata eletta con una legge incostituzionale e rappresenta come il suo partito meno di un italiano su 10 e non credo possa nella sua posizione permettersi di sindacare le parole di un deputato anche fosserro scemenze

    Report

    Rispondi

  • claudioarmc

    09 Settembre 2015 - 20:08

    Non gli faranno niente è il solito lecchino che tanto piace ai sinistrati di mente e di fatto

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog