Cerca

Nucleare

Ascoli, Beppe Grillo condannato a un anno per diffamazione: pagherà una multa di 1250 euro

Ascoli, Beppe Grillo condannato a un anno per diffamazione: pagherà una multa di 1250 euro

Beppe Grillo è stato condannato a un anno di reclusione, con pena sospesa, per aver diffamato un docente dell'Università di Modena. Il giudice di Ascoli ha condannato Grillo al pagamento di una multa di 1250 euro e ha riconosciuto alla parte offesa una provvisionale di 50 mila euro. Il prof. Franco Battaglia aveva portato in tribunale il leader del Movimento Cinquestelle con l'accusa di diffamazione aggravata, dopo un comizio dell'11 maggio 2011 a San Benedetto del Tronto tenuto dal comico genovese a sostegno del referendum sul nucleare. Il docente del dipartimento di ingegneria dell'Università di Modena e Reggio Emilia era intervenuto pochi giorni prima in una puntata di Anno Zero. E Grillo aveva risposto al tecnico dal palco: "Vi invito a non pagare più il canone, io non lo pago più perché non puoi permettere a un ingegnere dei materiali, nemmeno del nucleare, parlo di Battagòlia, un consulente delle multinazionali, di andare in televisione e dire con nonchalance che a Chernobyl non è morto nessuno. Io ti prendo a calci nel culo e ti sbatto fuori dalla televisione, ti denuncio e ti mando in galera". Alle parole ritenute offensive dal giudice di Ascoli, il docente ha aggiunto anche la testimonianza di danni subiti alla sua auto e di una strana telefonata che ha preceduto l'atto vandalico.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ivan C.

    14 Settembre 2015 - 23:11

    questo è il paese che molti italiani continuano a votare. Un paese dove ladri e delinquenti non fanno un giorno di carcere e chi dice la verità denunciando la realtà viene sbattuto in gattabuia. E' una vergogna.

    Report

    Rispondi

  • miraldo

    14 Settembre 2015 - 19:07

    Grillo vuole fare l'innocente ma lui fa parte della casta degli smaltimenti dei rifiuti ( vedasi Parma) e dei forni inceneritori cosa dice? Chiedetelo allo scienziato Montanari e lui sa la verità, che ha pubblicato in un libro. Questo soggetto già condannato per omicidio predica bene e razzola male come tutti i suoi scagnozzi del M5S.

    Report

    Rispondi

    • alessandrorusso84

      14 Settembre 2015 - 21:09

      A Parma l'inceneritore l'ha fatto costruire la precedente giunta, il M5S è contro lo smaltimento tramite combustione. Sei l'unico che continua imperterrito a diffamare su ogni articolo, proponendo la Lega come unica soluzione...

      Report

      Rispondi

  • alessandrorusso84

    14 Settembre 2015 - 16:04

    Non è stata sospesa la pena. Almeno scrivete le notizie vere. È stato condannato a pagare 50.000 euro.

    Report

    Rispondi

  • antoniox1958

    14 Settembre 2015 - 16:04

    Evidentemente non è morto nessuno a Chernobyl, se Grillo è stato condannato dal Tribunale! A me però mi pare di ricordare che di morti ve nesiano stati, e le radiazioni giunsero perfino in Italia tanto che venne vietato di mangiare verdure e ortaggi per un periodo abbastanza lungo. Se dicendo la verità si va in galera.....allora siamo messi proprio bene!!!

    Report

    Rispondi

blog