Cerca

Beccati

Festa del Pd di Ravenna, lo scandalo: si gioca d'azzardo

Festa del Pd di Ravenna, lo scandalo: si gioca d'azzardo

Gioco d’azzardo alla Festa dell’Unità di Ravenna. Con tanto di mini casinò e locandina all’ingresso: "Il piacere di giocare con stile". A denunciare il fatto è Massimo Manzoli, fondatore di un’associazione per la legalità contro il gioco d’azzardo. La notizia è già diventata un caso, attirando una pioggia di critiche sul Pd. Non si stupisce l’on. Paglia di Sel: "In Parlamento il Pd ha affossato ogni ipotesi di riforma del regime del gioco d’azzardo e ha sempre favorito Lottomatica e soci".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • farfallabianca

    15 Settembre 2015 - 14:02

    E' legale? No allora qualcuno doveva intervenire e chiudere la Festa: se l'avesse fatto un partido di destra apriti cielo!!!

    Report

    Rispondi

    • bruno osti

      15 Settembre 2015 - 19:07

      sì, è legale: e lo fanno anche i partiti di destra, essendo i partiti, per legge, esenti dall'emettere scontrini o ricevute. Ma perché non vi informate, prima di scrivere?

      Report

      Rispondi

      • privacy

        16 Settembre 2015 - 12:12

        Quello che dovrebbe informarsi sulla differenza che passa tra gioco d'azzardo ed emissione di scontrini o ricevute dovresti essere proprio tu. Chiunque, in un luogo pubblico o aperto al pubblico, o in circoli privati di qualunque specie tiene un gioco d'azzardo o lo agevola è punito con l'arresto da tre mesi ad un anno e con l'ammenda non inferiore a duecentosei euro.

        Report

        Rispondi

      • jack1

        16 Settembre 2015 - 10:10

        si ciao e buonanotte ....se si vincono soldi e non piadine è illegale informati tu decerebrato comunista ...e poi ...e basta cialtroni sinistrati ...

        Report

        Rispondi

  • gescon

    15 Settembre 2015 - 13:01

    Foto di compagni che sbagliano

    Report

    Rispondi

  • etano

    15 Settembre 2015 - 12:12

    Ma cosa ci si aspetta da una banda di sinistravolti cerebrolesi che sostengono il compagno di merende al concime Renzi, l'altro compagno il pervertito Vendola e tutta la feccia di sinistra che purtroppo ancora inquina l'Italia? Non sono mai stato a un delirio dei comunistardi ma so che non rilasciano nemmeno uno scontrino dalle varie bancarelle dove vendono di tutto e la G di Finanza dove è?

    Report

    Rispondi

  • etano

    15 Settembre 2015 - 12:12

    Ma cosa ci si aspetta da una banda di sinistravolti cerebrolesi che sostengono il compagno di merende al concime Renzi, l'altro compagno il pervertito Vendola e tutta la feccia di sinistra che purtroppo ancora inquina l'Italia? Non sono mai stato a un delirio dei comunistardi ma so che non rilasciano nemmeno uno scontrino dalle varie bancarelle dove vendono di tutto e la G di Finanza dove è?

    Report

    Rispondi

    • bruno osti

      15 Settembre 2015 - 19:07

      sei ignorante come una capra: si è scritto e riscritto mille volte (basterebbe informarsi) che le feste di partito o di sagre cittadine, religiose sono, per legge, esenti dagli scontrini- Hai il cervello della stessa consistenza del tuo nome

      Report

      Rispondi

Mostra più commenti

blog