Cerca

La simulazione sui risultati del 2013

L'assist di Renzi con l'Italicum: Grillo premier

La simulazione è suggestiva, ancor che una simulazione. Perchè mette a Palazzo Chigi non Matteo Renzi ma Beppe Grillo. Come? Applicando l'Italicum e relativo premio di maggioranza ai risultati elettorali del febbraio 2013, quelli che videro imporsi il Pd di un soffio. A farla, la simulazione, è il quotidiano "Italia Oggi". Secondo cui, col premio alla lista che vince (come previsto dall'Italicum) e non alla coalizione (come prevedeva invece il Porcellum), il primo partito alla Camera è il M5S con 8.689.168 voti pari al 25,55%, al secondo posto il Pd con 8.644.167 voti (25,42%). Per un soffio, Beppe Grillo vince e governaLe cose, due anni e mezzo fa, andarono diversamente perchè col premio alla coalizione, Pd-Sel-Centro Democratico-Svp guadagnano 10.047.603 voti (29,54%) mentre i 5stelle, che corrono da soli, mantengono i i loro voti precedenti e sono superati. Perciò Renzi, di fronte ai numeri, potrebbe anche convertirsi alla richiesta del Ncd-Udc di prevedere il ritorno al premio alla coalizione e non alla lista com' è scritto nell' Italicum.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog