Cerca

Braccio di ferro

Riforma del Senato, Maria Elena Boschi parla da premier: "Andiamo avanti, aspettiamo Grasso in aula"

Riforma del Senato, Maria Elena Boschi parla da premier:

"Non sono preoccupata per i numeri, non sono per nulla in ansia". Maria Elena Boschi tira fuori le unghie e mostra i muscoli per blindare la riforma del Senato, la "sua" riforma. Secondo il ministro la decisione del governo di mandare il testo subito in Aula, anche senza intesa in Commissione, non è una forzatura né un rischio ma una "vittoria per l'Italia, se avessimo avuto paura avremmo cercato di fare melina, invece vogliamo mantenere gli impegni con i cittadini". In una lunga intervista al Corriere della Sera, la Boschi attacca l'opposizione ("Hanno ritirato i loro emendamenti 10 minuti prima della capigruppo, tanto per dare il senso di quanto fossero importanti. E comunque ne restavano 3.150") e chiarisce la necessità di arrivare all'approvazione del ddl entro il 15 ottobre: "Dobbiamo presentare la legge di Stabilità, l'Europa ci riconosce spazi finanziari di flessibilità se in cambio facciamo le riforme, la sola clausola delle riforme vale 8 miliardi di euro da spendere. E poi quale fretta? Sono 70 anni che stiamo aspettando la fine del bicameralismo perfetto". Parole da premier, o quasi, anche se lei glissa ma non troppo: "Il premier è Renzi sicuramente fino al 2018, spero fino al 2023. Se vuole ne riparliamo allora...". 

"Grasso? Lo aspettiamo in Aula" - I numeri in Aula, assicura la Boschi smentendo i "gufi", il governo li ha. Resta però la partita aperta con il presidente di Palazzo Madama Pietro Grasso, che si dovrà esprimere sulla emendabilità all'articolo 2, quello cardine della riforma che sancisce la non elettività dei nuovi senatori. "Vedremo cosa deciderà Grasso nella sua autonomia - spiega la Boschi tradendo un po' di insofferenza -, la Finocchiaro ci ha già dato l'interpretazione (in Commissione, ndr) secondo la quale non si può rimettere in discussione la doppia lettura conforme". Come dire: Grasso può fare ciò che vuole, ma per rispettare la Costituzione deve fare come chiede il governo, cioè blindare l'articolo 2 e togliere la pistola di mano alle opposizioni. "Se Camera e Senato hanno già votato un testo, nessuno può rimetterlo in discussione - è la tesi della Boschi, che non cita però la modifica (veniale o forse no) intercorsa alla Camera, che potrebbe riaprire i giochi -. È un principio che vale da sempre, se lo superi vale per tutti gli articoli e vorrebbe dire riaprire tutto il provvedimento". Niente scontro istituzionale, almeno a parole, però "se il presidente del Senato ha qualcosa da dire, lo dice. Non fa filtrare. Questa è la Costituzione, non una fiction". La vita del governo dipende da Grasso? "No, ha detto che ci darà sapere solo in Aula. Bene, adesso siamo in Aula, lo aspettiamo". 

"Si può ancora trattare" - Secondo la Boschi le trattative non sono ancora chiuse: "La sinistra da sola non basta. Mi piacerebbe che ci fosse anche il Pd tutto unito, spero in una soluzione che tenga tutti assieme, anche con un pezzo delle opposizioni", in testa Verdini ed ex forzisti. Non  mancano però le stilettate alla minoranza dem: "Abbiamo fatto 134 modifiche, si può dire tutto ma non che non siamo stati disponibili. Alla Camera abbiamo dovuto modificare in parte le funzioni del Senato perché chiesto da una parte della minoranza. Ora la stessa parte del Pd ci chiede di cambiare le funzioni... L'importanza è che si mettano d'accordo tra Camera e Senato". La chiusura è sarcastica: "Non possiamo tenere inchiodati i cittadini altri 18 mesi perché i parlamentari della minoranza non si fanno una telefonata...".


Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • vova89

    30 Ottobre 2015 - 11:11

    da premier? ma vai a cac... montata!

    Report

    Rispondi

  • bruggero

    18 Settembre 2015 - 14:02

    Uno dei grandi mali della nostra "politica", sta nel fatto che la si considera (con evidente arroganza) un "lavoro" a........................tempo indeterminato!!??

    Report

    Rispondi

  • Desmofranco

    17 Settembre 2015 - 23:11

    Che fermezza e fierezza, ma siamo sicuri che davvero non Le manchi qualcosa??:-)

    Report

    Rispondi

  • ernesto1943

    17 Settembre 2015 - 14:02

    ragazzi non vi accapigliate ,non siamo a una partita di calcio qui c'è di mezzo l'italia e i governanti non mi sembrano delle cime.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog