Cerca

Cambia la storia

Sicilia, a Nissoria il primo sindaco leghista nella storia dell'isola

Nissoria, Armando Glorioso primo sindaco leghista al Sud

La Lega Nord ce l'ha fatta: ora la bandiera verde sventola anche in Sicilia. A compiere l'impresa di diventare il primo sindaco leghista dell'isola è stato Armando Glorioso, primo cittadino di Nissoria, un paesino in provincia di Enna. Glorioso si era candidato alle elezioni comunali nel 2012 con il Popolo delle Libertà ma ora, tre anni dopo, ha deciso di aderire al movimento "Noi con Salvini" diventando così il primo sindaco del Carroccio alla conquista del Sud.

Cambiamenti storici - Un evento che, in un qualche modo, cambia la storia leghista. Ai tempi di Umberto Bossi nessuno avrebbe mai pensato alla possibilità di esportare il partito al Sud. Ma il nuovo leader, Matteo Salvini, la pensa in tutt'altro modo: la Lega si deve espandere, deve convincere tutti. E proprio di quel Salvini, il nuovo sindaco dice: "La gente, anche nel mio paese, riflette e poi conclude: questo Salvini dice cose sensate". E, in più, il leader del partito sa essere convincente. Il sindaco ha incontrato Salvini solo una volta, in occasione della visita del capo del Carroccio al centro di accoglienza Cara di Mineo, e sono bastati pochi scambi di opinioni per convincerlo a passare nello schieramento della Lega.

Idee leghiste - E, a ben guardare, le idee di Glorioso sono assolutamente in linea con quelle espresse dalla Lega Nord. "Prima gli italiani", dice, e poi rincara: "Lo Stato e la Regione garantiscano i servizi, il sostegno ai disoccupati e l'assistenza ai disabili, invece di spendere soldi per ospitare nelle villette i clandestini". Il sindaco, sulla questione, è categorico e parla per esperienza: "I clandestini non li voglio nel mio comune. Ne ospitai 15, due anni fa, e ci furono seri problemi. Volevano solo scappare".

Progetti futuri - Sul futuro, il primo cittadino di Nissoria, non ha alcun dubbio: saranno molti quelli che seguiranno il suo esempio e sceglieranno di schierarsi con la Lega. "Approderemo alla formazione di un partito moderato italiano, trasversale, pragmatico. Daremo attenzione ai gravi problemi che viviamo, a cominciare dalla disoccupazione". E intanto si gode il suo primato, convinto che a breve non sarà più l'unico rappresentante della Lega così lontano da Pontida

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • imahfu

    20 Settembre 2015 - 10:10

    Glorioso...Armando. Ma cosa 'arma'? La lupara? La scaccia cani, se viene Salvini? Terun, terrone, ti faranno torrone. Beh, sei stato furbo a prendere la poltrona ma sarà una sedia sgangherata.

    Report

    Rispondi

  • imahfu

    20 Settembre 2015 - 10:10

    Salvini dice cose SENSA TE

    Report

    Rispondi

  • Borgofosco

    18 Settembre 2015 - 19:07

    galileo avrebbe detto: -eppur si muove-

    Report

    Rispondi

  • miraldo

    18 Settembre 2015 - 09:09

    Certamente con la mentalità Leghista molti paesi del Sud tornerebbero grandi e con molta più occupazione. Il Pd e adesso i cialtroni del M5S stanno distruggendo l'intera isola Siciliana.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog