Cerca

Attacco frontale

Riforma Senato, Renzi a direzione Pd: "Elezione diretta dei senatori impossibile. Se Grasso riapre sull'articolo 2 convocare le Camere"

Riforma Senato, Renzi a direzione Pd:

"L'elezione diretta dei senatori non può sussistere perché negata dalla doppia conforme". Davanti alla direzione Pd Matteo Renzi si trincera dietro ai tecnicismi, ma le sue parole sono uno schiaffo bello e buono alla minoranza democratica che chiede a gran voce di riaprire le votazioni sull'articolo 2 della riforma del Senato, quello appunto che cancella l'elezione diretta dei prossimi senatori. Sulla questione, però, grava il pasticciaccio di una proposizione modificata nel testo del ddl Boschi nel suo primo passaggio alla Camera, che potrebbe portare il presidente del Senato Pietro Grasso a stabilire l'emendabilità dell'articolo. Un terremoto. Se così fosse, anticipa un bellicoso Renzi, "si dovrebbero convocare Camera e Senato perché saremmo davanti ad un fatto inedito".

"Chi minaccia scissioni, perisce" - I riferimenti velenosi ai suoi nemici interni continuano: "Le elezioni in Grecia? Mi limito a prendere atto che le scissioni funzionano molto a livello di minaccia, ma chi di scissione ferisce di elezioni perisce... direi che anche Varoufakis ce lo siamo tolto...". A a chi gli contesta una svolta autoritaria nella gestione della riforma costituzionale (e non solo) replica sprezzante: "La risposta è una risata". "La svolta su questa legislatura - sottolinea il premier davanti alla direzione Pd -  è stata quando abbiamo scelto di fare le riforme con una mossa che sembrava ardita". Quindi l'ormai consueto paragone sportivo, stavolta con la Coppa del Mondo di rugby e la vittoria a sorpresa del Giappone sul favoritissimo Sudafrica: "I giapponesi a sorpresa sono andati a punto provando il tutto per tutto. Una cosa che sembrava impossibile è stata realizzata, come sembravano impossibili un anno e mezzo fa le riforme fatte".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • eziocanti

    22 Settembre 2015 - 11:11

    D'accordo con "chimangio".....ma questo ciarlatano di Renfonzie si crederà mica di essere un nuovo Duce ?

    Report

    Rispondi

  • Vittori0

    21 Settembre 2015 - 20:08

    ...e Qualcuno rimane "SILENTE"...

    Report

    Rispondi

  • chimangio

    21 Settembre 2015 - 18:06

    A forza di dirlo si è proprio convinto di avere fatto delle riforme! Quella del lavoro è una mezza riforma, quella della scuola una schifezza. Di quelle costituzionali l'abolizione del senato si è trasformata nell'apoteosi del potere dei partiti. L'unica, per me, accettabile è quella relativa alle votazioni e sarebbe perfetta con l'aggiunta del vincolo di mandato. Soglia di accesso: almeno 5%!!

    Report

    Rispondi

blog