Cerca

Verso le elezioni

Del Debbio: "Se mi candido mi raso i capelli"

Paolo Del Debbio

"Se poi mi candido mi taglio i capelli a zero da un lato". Così Paolo Del Debbio ribadisce il suo no alla candidatura a sindaco di Milano. Dopo le avance di Matteo Salvini ("A me c'è una persona che piace più di tutte che si chiama Paolo Del Debbio che già fece l'assessore alle periferie e alla sicurezza a Milano con la giunta Albertini che in questi anni è cresciuto come giornalista  A me piacerebbe e continuerò ad insistere perché so che ama Milano come e più di me") il preferito del centrodestra alla guida di Palazzo Marino, intervistato a Un giorno da Pecora, ha risposto: "Lo ringrazio ma voglio fare il mio lavoro di giornalista". E comunque a lui non piacciono né Matteo Renzi Matteo Salvini: "Oggi non mi sento rappresentato da nessuno". 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • imahfu

    22 Settembre 2015 - 11:11

    Con tanti calvi e teste rapate, guadagnerebbe un sacco di soldi. Silvio lo pagherebbe a peso d'oro.

    Report

    Rispondi

blog