Cerca

Coltellate al Cav

Forza Italia, la valanga s'ingrossa: altri sette abbandonano il partito e vanno con Denis Verdini

Denis Verdini e Silvio Berlusconi

La valanga s'ingrossa. Dopo il senatore Francesco Amoruso, che due giorni fa ha annunciato l'addio a Forza Italia per entrare nella verdiniana Ala, e dopo Domenico Auricchio, protagonista della stessa parabola, oggi altri sette deputati di Forza Italia e un senatore hanno deciso di abbandonare Silvio Berlusconi per entrare nella formazione guidata da Denis Verdini. I nomi: l'ex ministro dell'Agrigoltura, Francesco Saverio Romano, quindi Ignazio Abrignani, Luca D'Alessandro, Monica Faenzi, Giuseppe Galati, Giovanni Mottola, Massimo Parisi.

E al Senato... - In particolare, a Romano è stato affidato il compito di responsabile del coordinamento tra il Gruppo parlamentare di Ala al Senato e la componente del gruppo alla Camera. Quindi Peppe Ruvolo, che passa al gruppo verdiniano a Palazzo Madama e fa salire a 13 il numero dei senatori che appoggeranno il premier, Matteo Renzi, per l'approvazione della riforma costituzionale.

Attacco a Forza Italia - I transfughi, in una nota, scrivono: "Forza Italia ha ormai esaurito la sua spinta riformatrice e la sua vocazione popolare e liberale. La linea politica già intrapresa dal vertice di Forza Italia mira a rincorrere i populismi di varia natura, in una prospettiva di sostanziale subalternità a Salvini. In tale ottica diviene importante offrire il proprio contributo per una politica di centro, che abbia come riferimenti la società e le sue sfide da una parte e il rafforzamento delle istituzioni dall'altra, perché il Paese ha bisogno di uno slancio che coinvolga le sue energie migliori".

"Rimboccare le maniche" - E ancora, continuano gli ormai ex azzurri: "La nostra cultura politica popolare e il nostro radicamento territoriale ci impongono questa scelta. Ci impegneremo in Alleanza liberalpopolare-Autonomie consapevoli che in questa congiuntura politica ci si debba rimboccare le maniche e mettersi in gioco. Un forte impegno parlamentare quello che ci attende, incoraggiati dal consenso che registriamo nella comunità politica che rappresentiamo".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Napolionesta

    26 Settembre 2015 - 14:02

    figuriamoci se si comprasse dal ciarlatano toscano.....

    Report

    Rispondi

  • robylucchi

    24 Settembre 2015 - 22:10

    comprereste una auto usata da uno che si chiama verdini?

    Report

    Rispondi

    • iltrota

      26 Settembre 2015 - 10:10

      Ne da Verdini , ne (tantomeno...) dal Puttaniere !!

      Report

      Rispondi

    • elon

      25 Settembre 2015 - 08:08

      Domandalo a Berlusconi. E' lui che ha portato Verdini alla ribalta politica.

      Report

      Rispondi

  • robylucchi

    24 Settembre 2015 - 22:10

    bisogna dire che il cav era migliore degli alfani e dei verdini .ma la colpa è di averli scelti.Certi personaggi è meglio stiano con Renzi

    Report

    Rispondi

  • Joachim

    24 Settembre 2015 - 20:08

    La mondezza se ne va....finalmente...aria pulita.

    Report

    Rispondi

    • JamesCook

      25 Settembre 2015 - 20:08

      Però rimangono gli escrementi!

      Report

      Rispondi

Mostra più commenti

blog