Cerca

I conti azzurri

Forza Italia, gli addii costano a Silvio Berlusconi tre milioni di euro l'anno

Forza Italia, gli addii costano a Silvio Berlusconi tre milioni di euro l'anno

"C'è chi entra e chi esce" dicono gli azzurri più ortodossi. E certo, può darsi che allo stesso Silvio Berlusconi le uscite non dispiacciano, considerata la sua intenzione di ripartire con un partito nuovo e più dinamico del mammut azzurro di un paio di stagioni fa. Ma non si può ignorare che le "partenze" dal lido berlusconiano abbiano ormai assunto le proporzioni di una vera e propria emorragia.

Come riporta oggi il quotidiano "Il Giorno", dall'inizio dell'attuale legislatura (febbraio 2013) sono ben 82 i parlamentari (tra deputati e senatori) che Forza Italia ha lasciato per strada. Gli ultimi sono quelli che hanno traslocato in Ala, la neonata formazione politica di Denis Verdini. Ma prima c'erano stati i fittiani e prima ancora gli alfaniani. Certo, alcuni (l'ultima, Nunzia De Girolamo) hanno fatto poi ritorno all'ovile. Ma il grosso di quelli che a San Lorenzo in Lucina non esitano a defininire come "traditori", è ancora fuori. E con ogni probabilità ci resterà. "Chi è andato via da Forza Italia non ha mai avuto fortuna" dicono.

L'emorragia non è solo di uomini (tanti), ma anche di soldi (pure tanti). Perchè, scrive sempre "Il Giorno", le Camere danno un contributo di 50mila euro a parlamentare per la gestione dei gruppi. All'inizio della legislatura, Forza Italia aveva 91 senatori, per un introito che supera i 4 milioni di euro, e 97 deputati (sui 2 milioni). Ora ne ha, ripettivamente, 43 e 63, praticamente dimezzando gli incassi ( e senza considerare i contributi al partito che sono stati persi, nonostante molti fossero in arretrato, a riguardo). E per le casse disastrate di Forza Italia, trattasi di vera e propria mazzata.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • iltrota

    26 Settembre 2015 - 10:10

    Ma chi se ne frega....basta chiedere a Silviazzzo di ridurre un tantino gli emolumenti a puttane e lacchè che lo circondano e i soldi si trovano. Bananas, siete parte di un sistema al cui confronto mafia e 'ndrangheta sono dilettanti !!!!

    Report

    Rispondi

  • sebin6

    26 Settembre 2015 - 09:09

    "Mi meraviglio che un uomo intelligente come Berlusconi non abbia ancora capito chi sono i politici italiani". mentre l'altrimente intelligente zydeco 25 Settembre 2015 - 14:02 non ha capito che anche il berlusca è un politico, anzi il CAPO DEI POLITICI che hanno rovinanato il paese, senza nulla togliere a renzi degno successore dell'ex cav.

    Report

    Rispondi

  • JamesCook

    25 Settembre 2015 - 16:04

    Ma la Di Girolamo non aveva detto che sarebbero stati in molti a seguirla? poveri coglionazzineri come siete ridotti!

    Report

    Rispondi

  • zydeco

    25 Settembre 2015 - 14:02

    Mi meraviglio che un uomo intelligente come Berlusconi non abbia ancora capito chi sono i politici italiani. Ormai non ci cava piu' niente dalla politica, chi glielo fa fare di continuare a creare personaggi e personaggetti che invariabilmente gli voltano le spalle. Perfino nel PD che e' una autentica associazione a delinquere ci sono traditori malgrado l'impunita' di cui godono...

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog