Cerca

Il compromesso

Paolo Romani a cena con i forzisti: "Votiamo sì al Senato e riapriamo le trattative sull'Italicum"

Paolo Romani a cena con i forzisti:

Il voto sulla riforma del Senato continua a dividere, soprattutto a destra. E, oltre a Denis Verdini che, accusato di "compravendita di parlamentari", litiga e fa pace con Forza Italia, c'è un nuovo protagonista nello scenario degli accordi più o meno segreti. Si tratta di Paolo Romani, capogruppo di Forza Italia al Senato.

Le condizioni - Romani ha un solo obiettivo: ottenere il premio di coalizione che tanto sta a cuore ai berlusconiani. Quindi il "sì" al Senato di Forza Italia potrebbe esserci, a patto che si riapra il dibattito sull'Italicum e che il Pd rinunci al listone unico. I berlusconiani non possono correre questo rischio. Perché, se non ci fossero liste separate, la "voce da padrone"nel centrodestra ce l'avrebbe la Lega e un'eventuale alleanza con Matteo Salvini non piace proprio ai forzisti. 

La cena - E così, Romani ha deciso di agire. Ha fatto rimandare l'assemblea dei senatori con Berlusconi e, per mercoledì 23 settembre, ha organizzato una cena in un ristorante a pochi passi dal Pantheon. Qui ha riunito una buona parte del gruppo forzista per spiegare il suo piano. Come riporta il Corriere della Sera al tavolo c'erano i veneti Marin e Amidei, il siciliano Gibiino e l'ex sottosegretario Caliendo, più altri che man mano si sono aggiunti. La frase cardine dell'incontro è stata solo una:"Se votiamo la riforma di Renzi, possiamo ancora riaprire la partita del premio di coalizione sulla legge elettorale".

La reazione di Verdini - Così, mentre Forza Italia trova una causa da sposare e con cui eventualmente giustificare il suo "sì" al Senato, Verdini continua a cercare senatori che assecondino Renzi. A questo proposito c'è chi ipotizza che "la scissione" sia stata concordata con Berlusconi se davvero, alla fine dei giochi, vincesse il "si". E pare che Verdini, per calmare gli animi, abbia detto ai suoi, un po' smarriti: "Adesso torno a parlare io con Romani. E vediamo che mi dice". 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ilducamonteiasi

    10 Ottobre 2015 - 18:06

    Forza Italia ormai, grazie a Berlusconi ed al suo cerchio magico, è destinata a sparire. Da parte nostra, anche se a malincuore, non possiamo far altro che accelerare questa evidente decadenza, votando in massa Salvini o la Meloni o al massimo annullando la nostra scheda elettorale. E' l''unico modo per togliere ormai di mezzo l'ingombrante e scomodo e inaffidabile Silvio, che non vuole andarsene.

    Report

    Rispondi

  • silvio47

    03 Ottobre 2015 - 10:10

    tutti questi pasticci non sono altro che grossi favori alla sinistra, con queste cazzate loro ci vanno a nozze, alle prossime elezioni credo che forza italia sparira dalla scena.

    Report

    Rispondi

  • COUNSELOR

    26 Settembre 2015 - 08:08

    In Forza Italia tra pagliacci, traditori, nani e ballerine non si salva più nessuno. Peggio di loro i grillini. Povera Italia e chi li vota.

    Report

    Rispondi

  • grazialofo

    25 Settembre 2015 - 21:09

    Oltre ad essere traditori, sono pure vigliacchi.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog