Cerca

Governo

Rimpasto dopo le riforme: chi entra e chi esce da Palazzo Chigi

Rimpasto dopo le riforme: chi entra e chi esce da Palazzo Chigi

Se ne parla da tempo, ma l'ormai imminente passaggio decisivo sulle riforme, col voto sul Senato previsto a metà ottobre, potrebbe effettivamente portare a un rimpasto sia tra le file del governo sia in ambito di vertici del Pd. Questo perchè proprio l'approvazione della riforma del Senato potrebbe far emergere nuovi equlibri di maggioranza, con i verdiniani che dovrebbero avere un ruolo decisivo.

Secondo quanto riporta il sito di news affaritaliani.it, a muoversi a vele spiegate verso Palazzo Chigi è Vasco Errani, bersaniano doc ed ex governatore della Regione Emilia Romagna, da dove si dimise per l'apertura di una indagine nei suoi confronti che poi si risolse in nulla. Errani non andrebbe in una posizione qualsiasi, ma ai piani alti di Palazzo Chigi, in quella posizione di sottosegretario alla presidenza del Consiglio che gli cederebbe un altro emiliano, Graziano Del Rio. Un ruolo, quello di Errani, che sancirebbe di fatto l'ingresso della "Ditta" in posizione di comando a Palazzo Chigi.

Quanto agli alleati, secondo affaritaliani.it , sfumano le chance di un ingresso in squadra dell'alfaniano Gaetano Quagliariello, che da tempo è dato come probabile titolare degli Affari regionali. Poltrona sulla quale invece potrebbe sedersi Saverio Romano, ex ministro di Berlusconi da pochi giorni passato coi verdiniani. Al gruppo di Ala dovrebbe spettare anche un posto da sottosegretario allo Sviluppo Economico che potrebbe andare a Pino galati. In Area Popolare, il senatore di Ncd Bruno Mancuso potrebbe prendere il posto di Paola De Micheli come vicemnistro o sottosegretario all'Economia. Movimenti potrebbero scattare anche ai vertici del Pd: con Lorenzo Guerini che dovrebbe erestare nel ruolo di vicepresidente almeno fino alle Amministrative del prossimo anno, a saltare sarebbe la governatrice del Friuli Debora Serracchiani, il cui posto di vicesegretario potrebbe andare alla lanciatissima (da Renzi) Anna Ascani.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gregio52

    26 Settembre 2015 - 12:12

    Vediamo sino a quando gli Italiani staranno a guardare questo merdaio dittatoriale ? Dai forza !! Si vede che è giusto così, di più, questo popolo non si merita in quanto ne da segni di amor proprio ne di volersi liberare da questa classe politica innominata, sta li a galleggiare amorfamente e lamentandosi. Se questa è l' Italia sarà il caso di trovarsi un'altro stato dove andar a vivere.

    Report

    Rispondi

  • Garrotato

    26 Settembre 2015 - 10:10

    La giostra delle mezze calzette. Ahahah.

    Report

    Rispondi

  • pcnewsystems

    25 Settembre 2015 - 19:07

    La Francia protegge i suoi librai che altrimenti chiuderebbero non potendo praticare gli sconti di Amazon, soprattutto sui libri scolastici, noi librai italiani invece chiuderemo tutti perchè non possiamo vivere col 5% di guadagno sui libri scuola. Amazon pratica il 10% sul prezzo di copertina Amazon non paga le tasse in Italia noi si, chiuderemo tutti grazie al Governo Renzi.

    Report

    Rispondi

  • emigratoinfelix

    25 Settembre 2015 - 18:06

    che pattumiera infinita...

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog