Cerca

Ritorno ad An

Gianni Alemanno: "Un nuovo partito della destra"

"Vogliamo tenere congelata una fondazione con risorse per la politica immense?". La risposta per Gianni Alemanno, ex ministro ed ex sindaco di Roma, è 'no'. "Non c'è nessuno motivo giuridico per non permettere alla fondazione di operare politicamente" prosegue in una intervista concessa al quotidiano romano "Il Tempo". La 'fondazione' è quella di An, che dopo la scomparsa del partito, assorbito nel Pdl, ha in questi anni gestito il patrimonio (per lo più immobiliare) che fu costituito negli anni da Giorgio Almirante ai tempi dell'Msi e che poi passò al partito di Fini dopo la svolta di Fiuggi.

Alemanno, che oggi milita nei Fratelli d'Italia di Giorgia Meloni, è il portabandiera di quella parte di orfani della destra italiana che vorrebbero utilizzare i beni della fondazione per dare vita ad un nuovo partito che riunisca le attuali sigle partitiche come Fdi e La Destra. "An era arrivata al 15%, Fratelli d'Italia oggi non supera il 4. Per questo, il sogno di una grande destra non può essere abbandonato". Contro, ha alcuni di quelli che un tempo erano definiti "i colonnelli di An", come Gasparri e Matteoli: "Sono già andati in tibunale e hanno perso quando abbiamo dato il simbolo di An a FdI. Hanno scelto di rimanere azzurri a vita, non possono impedire che altri tentino percorsi diversi".

Il piano c'è: "«Facciamo un' associazione per vedere chi ci sta, anche con la doppia tessera per chi sta già in altri partiti. Per fare questo non servono molte risorse ma è necessario che la Fondazione dia il suo imprimatur politico per garantire che questa è una casa veramente aperta a tutti coloro che provengono dalla nostra tradizione. Il partito politico arriverà dopo, solo se l' aggregazione avrà dato risultati qualitativamente e quantitativamente interessanti e ovviamente con l' accordo di tutti coloro che operano nell' area di destra, a cominciare da FdI".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • GiulianaBaudone

    12 Ottobre 2015 - 18:06

    Ovvio che Fini ci ha distrutto e non si può fare finta di niente. Matteoli e Gasparri ormai sono alla frutta ...sono più gli errori che le capacità...Questi soldi sono della destra e dovrebbero andare all'organizzazione della Meloni ...preferibilmente ricompattare il Partito di AN e portare avanti la tradizione della destra Europea.

    Report

    Rispondi

  • allianz

    26 Settembre 2015 - 21:09

    Soldi buttati nel cesso.Lasciate perdere che quell'elemento da sbarco porta sfiga.Dateli agli italiani che sono alla fame.

    Report

    Rispondi

  • Yossi

    26 Settembre 2015 - 20:08

    Se ci sarà Giuda, voterò SEL il che è tutto dire

    Report

    Rispondi

  • romamaccio

    26 Settembre 2015 - 19:07

    Ancora campa?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog