Cerca

Bagarre in Aula

Senato, bufera sul verdiniano Barani: "Ha mimato gesto di sesso orale alla grillina Lezzi"

Senato, bufera sul verdiniano Barani:

Le mani portate alla bocca, a mimare un atto di sesso orale, e al Senato scoppia il putiferio. A "denunciare" Lucio Barani, capogruppo dei verdiniani di Ala, è la grillina Paola Taverna: "Ha fatto un gesto volgare contro le donne. Porco maiale". Il verdiniano si difende: "Io non ho fatto nessun gesto, ho dato la parola al senatore Falanga. Se loro interpretano il gesto in maniera maliziosa....". Ma chi è la senatrice a cui è stato indirizzato il presunto cenno "sessista"? "Il gesto volgare e scurrile l'ho ricevuto io - prende la parola Barbara Lezzi, bella senatrice a 5 Stelle e voto tra i più popolari del M5S nei talk show in tv nelle ultime settimane -. Sono io che decido se accettare le scuse dal senatore Barani. Barani ha detto che noi abbiamo male interpretato e quando chiederà scusa chiuderemo l'incidente. Il senatore Barani ha fatto un gesto eloquente contro una donna. Vogliamo i video". Per ora, infatti, di "prove tv" per usare un gergo calcistico ancora non ce ne sono. Il presidente del Senato Pietro Grasso si rifugia in corner: "Faremo gli accertamenti dovuti. Questa è materia disciplinare che va trattata dal consiglio di presidenza", che è stato convocato per lunedì alle 13.

"Deve essere espulso" - La bagarre ha provocato la sospensione di dieci minuti ai lavori in Aula, intenta ad affrontare la già bollente materia della riforma del Senato con i voti di Ala fondamentali per tenere a galla il governo. "Chiederemo che Barani venga espulso", conferma la Lezzi prima di ritornare in Aula, e anche la capogruppo di Sel Loredana De Petris chiede "una punizione esemplare" per un gesto "osceno". 

"Minacce e gestacci" - "Abbiamo ascoltato parole e parolacce, visto gesti e gestacci in questi giorni. Propongo un patto di garbo istituzionale che ci porti a concludere questa discussione senza gestacci, perché ci sono stati anche gesti di minaccia, verso altri gruppi e verso componenti del governo. Da uomo a uomo chiedo a Barani di stare fuori dall'Aula oggi, per senso del rispetto", prova a gettare acqua sul fuoco il capogruppo dei senatori di Forza Italia, Paolo Romani.

"Fallo di reazione" - Un compagno di partito di Barani, Vincenzo D'Anna, prova a fare lo stesso ma forse sceglie un'espressione poco felice, visto il contesto: "Se Barani ha sbagliato gli consiglio di scusarsi per quello che sarebbe un fallo di reazione". Tu chiamali se vuoi padri costituenti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Anna 17

    Anna 17

    03 Ottobre 2015 - 18:06

    Non ci fanno assolutamente vedere il gesto incriminato. Non è neppure chiaro come abbia fatto a comprendere, eventualmente, che detto gesto fosse rivolto a Lei. Boh, viene il sospetto che la grillina abbia la coda di paglia.

    Report

    Rispondi

  • flikdue

    03 Ottobre 2015 - 13:01

    Che venga espulso definitivamente, un traditore non merita altro !!!

    Report

    Rispondi

  • Estiqaatsi

    03 Ottobre 2015 - 12:12

    Per la Storia, nella serata del 29 gennaio 2014, quando alle 21 era stata convocata la commissione per la discussione e votazione sugli emendamenti al decreto 146/13, Massimo De Rosa del M5S si èrivolto così alle colleghe del Pd in Commissione : “Voi donne del Pd siete qui perché siete brave solo a fare i pompini“. E quindi la grillina Lezzi farebbe bene a tenere la bocca chiusa...

    Report

    Rispondi

    • saro45

      03 Ottobre 2015 - 13:01

      E quelli del PD stettero zitti?

      Report

      Rispondi

  • COUNSELOR

    03 Ottobre 2015 - 12:12

    I grillini, campioni di turpiloquio, offese e stupidità (conosciamo il loro allenatore) si ribellano ad un gesto deprecabile di altrettanto deprecabile personaggio. Rissa tra strapagata povera gente.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog