Cerca

Il retroscena

Giorgio Napolitano e il "pizzino" contro Napolitano

Giorgio Napolitano e il

Il pizzino di Giorgio Napolitano, un pizzino velenoso contro Silvio Berlusconi è solo l'ultimo atto di una guerra che dura da anni. Nonostante non sia più al Quirinale, l'ex presidente della Repubblica gioca ancora un ruolo chiave. La prova definitiva è arrivata martedì in Senato quando Re Giorgio ha preso la parola in Senato nonostante fosse praticamente deserta per l'uscita di Forza Italia e del Movimento Cinque stelle. "Al di là del disegno di legge costituzionale, bisognerà dare attenzione a tutte le preoccupazioni espresse in queste settimane in materia di legislazione elettorale e di equilibri istituzionali". Il messaggio è chiaro: bisogna ritoccare l'Italicum. E poi quel pizzino feroce contro Berlusconi: "Ho letto attribuite a Berlusconi parole ignobili che dovrebbero indurmi a querelarlo, se non volessi evitare di affidare alla magistratura giudizi storico-politici, se non mi trattenesse dal farlo un sentimento di pietà verso una persona vittima ormai delle proprie, patologiche, ossessioni". Parole pesantissime che hanno messo in fibrillazione Forza Italia e dimostrato il ruolo apicale che Napolitano ha ancora nel mondo della politica. Renato Brunetta su Mattinale è chiarissimo: "Quel tragico 2011 ha portato alla sospensione della democrazia - si legge sul Mattinale di Renato Brunetta - Sfidiamo il presidente emerito a presentare un disegno di legge per istituire una Commissione di inchiesta". 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gia.marrosu

    16 Ottobre 2015 - 19:07

    Memoria carente? Faccia tosta traboccante? Altre cose più preoccupanti?

    Report

    Rispondi

  • cantagallo

    15 Ottobre 2015 - 20:08

    Berlusconi, non ti conviene metterti ancora contro Napolitano, mezza magistratura è con lui.

    Report

    Rispondi

  • renzobaldo

    15 Ottobre 2015 - 18:06

    ma quale commissione d'inchiesta del cavolo? non caverebbe un ragno dal buco. dobbiamo rassegnarci al fatto che l'itagglia è un paese senza presente e soprattutto senza futuro. comandano e sgovernano soltanto mafiosi e komunisti, coi quali,è storia,non si va da alcuna parte.

    Report

    Rispondi

  • zhoe248

    15 Ottobre 2015 - 14:02

    ma perchè non correggete il titolo?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog