Cerca

Botta e risposta

Giorgio Napolitano, la replica a Libero: "Uso i privilegi solo in modo limitato"

Giorgio Napolitano

Giorgio Napolitano

Gentile Direttore, in riferimento all’articolo “Ecco quanto paghiamo per quest’uomo”, non è ovviamente neppure il caso di raccogliere una grossolana polemica ricavata dall’intervento del Senatore Calderoli martedì al Senato: quella cioè relativa ad una norma contenuta nella legge di riforma costituzionale appena approvata e volta a confermare lo status e le prerogative degli ex Presidenti della Repubblica. Norma di cui il Presidente Napolitano non si è minimamente occupato; status e prerogative rispondenti a decreti presidenziali molto precedenti all’elezione del Senatore Napolitano a Capo dello Stato.

Dei benefici previsti in quei decreti adottati da predecessori del presidente Napolitano come del Presidente Mattarella, il Presidente emerito ha scelto di fare un uso molto limitato rispetto alle possibilità riconosciutegli sia dalla Presidenza della Repubblica sia dalla Presidenza del Senato. L’articolo contiene perciò numerose valutazioni non corrispondenti alla realtà e calcoli del tutto arbitrari. In particolare, per quanto riguarda l’Ufficio del Presidente emerito, esso non ha “un organico di decine di persone”, ma si compone di tre unità: il sottoscritto, una segretaria e un documentarista. Ad essi si aggiungono nell’ufficio di Palazzo Giustiniani come personale ausiliario due dipendenti distaccati dalla Presidenza della Repubblica.

Il Cons. Carlo Guelfi, citato nell’articolo, presta collaborazione a titolo volontario e gratuita. Il Presidente non usufruisce di personale distaccato dal Quirinale presso la propria abitazione. I servizi di scorta e di vigilanza, la loro composizione ed alcune apparecchiature tecniche, risultano da valutazioni e decisioni prese congiuntamente dal Quirinale e dagli organismi competenti presso il Ministero dell’Interno. Agli ex Presidenti vengono attribuiti gli stessi emolumenti finanziari assicurati a tutti i Senatori.

di Giovanni Matteoli
Portavoce dell’Ufficio del Presidente emerito

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • robylucchi

    17 Ottobre 2015 - 14:02

    caro napolitano ma quanto sei costato visto che fai politica da almeno 7o dei tuoi novanta anni?Comunque grazie per i notevoli risparmi che potremmo fare in futuro,

    Report

    Rispondi

  • gregio52

    16 Ottobre 2015 - 14:02

    Vedendo come avete ridotto il popolo italiano, di privilegi dovreste proprio dimenticarveli. Imparate, ma penso sia ormai troppo difficile a dei papponi simili, a vivere con la pensione sociale che avete concesso alla povera gente e poi ne riparleremo. Caro Napolitano, Lei all' Italia non ha dato niente se non problemi che oggi li stiamo scontando: un Governo di "broccoli" falsi e arruffoni.

    Report

    Rispondi

  • japiro

    16 Ottobre 2015 - 14:02

    Lo scandalo sta nel riconoscere che ha dei privilegi e che li usa... la vergona non sa nemmeno dove è di casa!!!

    Report

    Rispondi

  • Ben Frank

    Ben Frank

    16 Ottobre 2015 - 13:01

    In una democrazia lo scandalo non è la misura d'uso dei privilegi... lo scandalo è che mentre i cittadini dovrebbero essere tutti uguali, per alcuni esistano privilegi! E lo scandalo più spudorato è che un politico di professione ed ex presidente della repubblica li trovi normali.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog