Cerca

Figuracce

Rinviato a giudizio il figlio di Bossi: ha "comprato" gioielli ma non li ha pagati

Rinviato a giudizio il figlio di Bossi: ha

Bella figura, si fa per dire, per il figlio di Umberto Bossi, Riccardo. Il primogenito del fondatore della Lega Nord sarà processato fra un anno a Busto Arsizio (Varese) per aver acquistato, secondo l'accusa, gioielli e un orologio Rolex in un negozio senza pagare il conto. Il quotidiano La Prealpina rivela infatti che Bossi Jr è stato rinviato a giudizio con l'accusa di truffa pluriaggravata.

Tutto è partito dalla denuncia di un gioielliere, Bruno Ceccuzzi, che ha accusato Riccardo Bossi di non aver onorato un debito da quasi 27 mila euro, nonostante i continui solleciti e le promesse di pagamento. Già sotto processo a Milano per il caso delle presunte spese personali con i fondi della Lega Nord, Riccardo Bossi nel dicembre 2014 aveva acquistato nella gioielleria di Busto Arsizio l'orologio, un anello e un girocollo. Il processo si aprirà il 28 settembre del 2016.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • miraldo

    16 Ottobre 2015 - 20:08

    Ma a noi cosa ce ne frega? Di casi simili in Italia ce ne sono a migliaia.

    Report

    Rispondi

blog