Cerca

Lo scandalo

Marino in Procura per gli scontrini delle cene pagate dal Comune

Marino in Procura per gli scontrini delle cene pagate dal Comune

Ignazio Marino è andato in Procura a Roma per provare a dare le sue spiegazioni sullo scandalo delle note spese relative alle cene pagate con la carta di credito del Comune. Il sindaco dimissionario, accompagnato dal suo avvocato Enzo Musco, ha incontrato il pm che indaga sulla vicenda, Roberto Felici.

Il caso - Sono sette gli scontrini sui quali la Procura romana ha intenzione di fare chiarezza. L'indagine è nata dopo l'esposto di Fratelli d'Italia e Movimento Cinquestelle, non ci sono ancora indagati, quindi gli inquirenti indagano contro ignoti per falso e peculato. Nei giorni scorsi, Marino aveva provato a giustificare quelle cene, associandole a serate trascorse con rappresentanti della Comunità di Sant'Egidio e dell'ambasciata del Vietnam, ma in entrambi i casi erano arrivate le smentite dei soggetti tirati in ballo dal quasi ex sindaco di Roma.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • lenzed

    20 Ottobre 2015 - 09:09

    Marino teni duro: negare sempre, anche l'evidenza!

    Report

    Rispondi

blog