Cerca

Sondaggio Emg

Il Pd rischia di non andare al ballottaggio

Il Pd rischia di non andare al ballottaggio

Se Ignazio Marino correrà in proprio alle prossime amministrative di Roma, il Pd non riuscirà ad arrivare nemmeno al ballottaggio che sarebbe riservato allo scontro fra Movimento 5 stelle e il centrodestra. A rivelarlo è il primo sondaggio ufficiale su Roma effettuato dalla Emg di Fabrizio Masia per il Tg La7 di Enrico Mentana, trasmesso nella edizione delle 20 di ieri sera.

Pur non conoscendo al momento candidati sindaco e varie formule, il Movimento 5 stelle oggi è il primo partito della Capitale, con il 31,8% dei voti. Il Pd sarebbe nettamente alle spalle, con il 19,7%, e gran parte del suo elettorato confluirebbe nella lista Marino, sempre che l' attuale sindaco uscente resti in campo (ed è assai probabile). Con una lista civica a suo nome il sindaco riuscirebbe a prendere da solo quasi la metà dei voti che raccoglie il Pd: il 9%. A sinistra poi resterebbero altri movimenti che complessivamente raccoglierebbero il 2,1% e Sel con il 2,6%.

Bene FdI, male FI - Non esaltanti i risultati nello schieramento del centrodestra, fatta eccezione per la sola Giorgia Meloni che porterebbe i suoi Fratelli di Italia al 9,1%. Forza Italia sarebbe addirittura il secondo partito di quello schieramento, sia pure indietro per un soffio visto che raccoglierebbe il 9 per cento.

Terza forza la Lega Nord, al suo esordio ufficiale nella Capitale, con un risultato che però non sembra esaltante: il 3,3%. Altre forze minori del centrodestra raccoglierebbero l' 1 per cento.

Terzo polo quello centrista, e anche qui non mancano le sorprese e una doccia fredda notevole. Area popolare (Ncd-Udc) sarebbe intorno al 3%, ed era immaginabile: Roma era una delle città più forti, ma il consenso si sta erodendo un po' in tutta Italia e ogni volta che si va a votare si assottigliano le poltrone che si avevano al momento della scissione da Forza Italia.

La doccia fredda invece riguarda Alfio Marchini: la lista civica con il suo nome, nonostante le numerose comparsate televisive e il ruolo di primo piano giocato nella battaglia contro il sindaco di Roma è accreditata appena del 6,8%.

Insieme ad Alfio - Con queste cifre tutto dipenderà dai candidati che le varie parti si giocheranno.
Marchini ritornerebbe appetibile per il ballottaggio ovviamente unendosi al centrodestra: raggiungerebbero i Cinque stelle con circa il 32,2%, ma in questo caso la somma algebrica è assai rischiosa.

Forse ce la farebbe anche da solo il centrodestra a raggiungere il ballottaggio con candidati come la Meloni. Per il Pd l' unica speranza è davvero che Marino non si presenti. Costretti a correre da soli, le chance sono davvero poche. Ed è difficile pure trovare il candidatone in grado di ribaltare la situazione. Secondo alcune indiscrezioni sarebbe addirittura più forte Roberto Giachetti (22,5%) rispetto al presidente del Coni Giovanni Malagò (21,5%).

di Fosca Bincher

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • biasini

    28 Ottobre 2015 - 10:10

    FI al 9%? Mi sembra ottimistico.

    Report

    Rispondi

  • demaso

    22 Ottobre 2015 - 16:04

    I PD e ormai morto sia a Roma che in Italia. Troppe promesse non mantenute, troppi errori in particolar modo con la faccenda degli extrac o marenostrum, troppi indacati e personaggi poco seri come marino Renzi ecc.. insomma i PD non è mai stato dalla parte del popolo!

    Report

    Rispondi

  • Atlantideo

    22 Ottobre 2015 - 15:03

    E chi se ne frega ! La destra ha già fallito a Roma con Alemanno e le assunzioni in massa di amici e amanti nelle municipali. Adesso spero vinca il M5S così poi l smetteranno di fare i sapientoni dall'opposizione. Governare è un'altra cosa. Se si potesse farei fare il ministro degli interni per un mese a Salvini, un altro tutto chiacchiere e basta che straparla di cose di cui non capisce un'acca.

    Report

    Rispondi

    • TristanEugene

      TristanEugene

      22 Ottobre 2015 - 17:05

      M5S chi? Quelli dell indulto-svuotacarceri e de aiutiamo i clandestini,dello ius soli e via dicend?!?Piuttosto NON vado a votare ma,siccome invece lo farò,voterò con sempre maggior convinzione SALVINI,l unico che difende gli italiani che lavorano e producono. Amen e stia sereno grillino.

      Report

      Rispondi

      • LupettoVersilia

        LupettoVersilia

        22 Ottobre 2015 - 19:07

        Concordo!!! (Bellissima immagine c'hai come simbolo, lo volevo mettere anch'io).

        Report

        Rispondi

  • pestifero

    22 Ottobre 2015 - 13:01

    Cosa ci sarebbe da stupirsi? Pensate che non lo sappiano che andando a votare verrebbero martoriati? Io sono convinto che dopo Alemanno e Marino il popolo stia seriamente pensando di cambiare sul serio modo di votare! Se destra e sinistra hanno mantenuto le stesse schifezze chi votare tra i due? Attenzione perché succederà e a nulla varranno le fatiche dei mass media, la gente non ci crede più

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog