Cerca

Il partito cade a pezzi

Ncd, lascia anche Carlo Giovanardi: "Intollerabili le unioni civili"

Carlo Giovanardi

Angelino Alfano mollato anche da Carlo Giovanardi, che ufficializza il suo addio a Ncd. Dopo lo strappo, Giovanardi spiega di non poter tollerare la "rivoluzione antropologica voluta dal Pd sulle Unioni civili". Per lui è troppo. E così - insieme a un gruppo di altri esponenti del partiti in Emilia Romagna - scrive in una nota: "Prendiamo atto del fallimento della missione e degli obiettivi alla base della nascita del Ncd, in quanto determinati a contribuire in periferia come al centro, all'affermazione di un centrodestra alternativo alla sinistra". Nel documento si ricorda poi che "con il 25 per cento dei voti ottenuti alle elezioni politiche, Pd e governo vogliono imporre, scavalcando Ncd e con i voti dei 5 stelle, una vera e propria rivoluzione antropologica, come quella del matrimonio gay, con una martellante azione del presidente renzi, del ministro Boschi e del sottosegretario Scalfarotto che, addirittura, ha fatto lo sciopero della fame".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Napolionesta

    12 Febbraio 2016 - 11:11

    Un altro salto della quaglia.....

    Report

    Rispondi

  • cane sciolto

    01 Febbraio 2016 - 02:02

    Mi sento di fare un plauso a Giovanardi almeno ha avuto il coraggio di mollare Alfano e Renzi posso solo fargli i miei complimenti.

    Report

    Rispondi

  • jborroni

    27 Ottobre 2015 - 11:11

    che farse questi ex democristiani, ex forzisti, ex di destra, ex di centro ...sono proprio come le proistitute...sartano da un c...o all'altro... a seconda del vento che tira...

    Report

    Rispondi

  • mab

    27 Ottobre 2015 - 08:08

    Di questo passo la rana maleodorante rimarrà sola a nuotare nel putrido stagno !!!!!!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog