Cerca

Il caso

Bondi, dieci domande a Bersani
sullo scandalo Monte dei Paschi

Dall’incontro con Antonio Fazio alla Banca 121, dal ruolo di D’Alema a quello di Penati: tutte le questioni che il leader democratico dovrebbe chiarire

Sandro Bondi

Sandro Bondi

 

Sandro Bondi ha già pronta la proposta di legge per chiedere l’istituzione di una commissione di inchiesta parlamentare sullo scandalo Monte dei Paschi di Siena e sui rapporti della banca con il Pd. "È la prima cosa che intendo fare nella prossima legislatura", spiega Bondi a Libero in edicola oggi, venerdì 15 febbraio. "Le inchieste in corso in questi giorni sono doverose, ma restano bazzecole rispetto a quanto accaduto in questi anni. Siamo di fronte a scandali giganteschi, a truffe che hanno prodotto danni enormi agli azionisti e ai cittadini. E siccome nessun magistrato in Italia si prenderà la briga di mettere l’occhio su ogni aspetto di questo scandalo, è necessaria un’apposita commissione d’inchiesta". Dieci, in particolare, sono le domande alle quali Bondi, e con lui gran parte del Pdl, chiedono risposta da Pier Luigi Bersani. Questioni che corrono sull’asse Siena-Roma-Lecce, che non risparmiano né i "capitani coraggiosi" Roberto Colaninno ed Emilio Gnutti, né le vicende processuali di Filippo Penati. Bondi vuole chiarimenti sull'incontro con Antonio Fazio alla Banca 121, sul ruolo di D'Alema e, appunto, su quello di Penati. Bondi chiede, ben sapendo, ovviamente, che dai vertici del Pd non arriverà alcuna risposta, e che la verità dovrà essere cercata in altro modo.

Leggi l'articolo integrale su Libero in edicola venerdì 15 febbraio

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • UNGHlANERA

    15 Febbraio 2013 - 15:03

    lui potrà risponderti

    Report

    Rispondi

  • bellanto

    15 Febbraio 2013 - 14:02

    quello che fanno?Mi spiego: hanno ragione ora che militano( beh, militano...)in una area politica o 10 anni fa dove hanno militato in un altra?E' possibile mai che un personaggio politico che ha fatto il sindaco di una cittadina toscana per un partito esattamente contrario a quello per cui è stato eletto possa suscitare consensi? Se ha cambiato parere...non è detto che non lo cambi ancora e, se puo' andare bene a chi lo ha premiato regalandogli prebende perche' è un utile idiota( ben remunerato), a chi le prebende gliele ha regalate prima che gli diciamo? fesso? O aspettiamo che ricambi bandiera per ptere fare incontrare gli stupidi che lo hanno votato da una parte e dall'altra e dall'altra? Se per un fini "traditore" è la parola piu' buona ...per questi ( cicchitto, il nanetto e tanti altri)che usiamo? Traditori si è ....e non solo da una parte:si è traditori e basta!!!!!

    Report

    Rispondi

  • giacomolovecch1

    15 Febbraio 2013 - 13:01

    Inutile chiedere chiarimenti su MPS od altro perchè gargamella & C. sono e saranno sempre puri ed immacolati.

    Report

    Rispondi

  • gigi0000

    15 Febbraio 2013 - 13:01

    Ognuno pensi alle magagne di casa propria, poiché è troppo facile gettare colpe sugli altri. Prego, SINISTRI BUFFONI, a voi la parola!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog