Cerca

L'analisi

Bruno Vespa e la scelta di Silvio Berlusconi: che cosa succederà a Bologna

Bruno Vespa e la scelta di Silvio Berlusconi: che cosa succederà a Bologna

La decisione di Silvio Berlusconi di andare a Bologna ha scatenato un dibattito acceso (non solo tra gli azzurri). Bruno Vespa nel suo editoriale su Il Giorno cerca di spiegare cosa sta succedendo e la divisione tra quelli che sostengono che ormai Silvio non sia più in forma e che non riuscirà a rubare la scena a Matteo Salvini. Chi dice che alla fine sarà schiacciato e chi invece la vede diversamente. Tra questi c'è chi dice che Silvio ha fatto una scelta di lungo periodo, chi pensa al 2018 e che i conti si fanno dopo.  "Dal palco bolognese fa capolino la sagoma di quella federazione a guida leghista che tanto piace a Salvini. L' idea di una scelta che leghi Silvio a Matteo (e alla Meloni, l' altra ospite della giornata con Fdi) fa venire i brividi a vari azzurri. Nello spazio tra questa destra e Renzi si potrebbero infilare soggetti moderati che scalpitano ai bordi del campo come Della Valle o Passera", scrive Vespa analizzando l'incontro di domani che certamente dovrà fare i conti anche con la finale di Moto Gp.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • paperoga33

    08 Novembre 2015 - 12:12

    se è vero che la politica è l'arte del possibile la destra deve presentarsi compatta, se cosi' non sarà la vittoria si Renzi è certa

    Report

    Rispondi

  • MIMABEL

    07 Novembre 2015 - 18:06

    Ma quale futuro ha 80 anni ma dove vuole andare. Ma lo avete visto sembra frenkistain.E basta con sto vecchio rincoglionito

    Report

    Rispondi

  • cartonito

    07 Novembre 2015 - 17:05

    rocky non è la pompetta che non ti funziona ma il cervello.

    Report

    Rispondi

  • chimangio

    07 Novembre 2015 - 11:11

    Vespa scrive di quelli che potrebbero "infilarsi nello spazio tra il centro-destra e Renzi" solo per assicurarsi la continuità delle sue trasmissioni e dei suoi libri. Il complottismo rende sempre ed in Italia non manca mai. Peraltro il centro-destra o è così o non c'è! Quindi o lasciamo tutto a questo pseudo centro-sinistra o lo combattiamo con il centro-destra che abbiamo. Mass-media permettendo

    Report

    Rispondi

blog