Cerca

La polemica

M5S, Beppe Grillo contro Matteo Renzi: "Il ponte sullo Stretto è una presa per il culo"

M5S, Beppe Grillo contro Matteo Renzi: "Il ponte sullo Stretto è una presa per il culo"

"Il Ponte sullo stretto è una presa per il culo". A stroncare senza appello il mezzo annuncio di Matteo Renzi è Beppe Grillo, che su Twitter va giù duro e sul suo blog rincara la dose. "La Sicilia si avvia a rimanere senz'acqua - scrive infatti il leader
M5S -. A Messina è stato dichiarato lo stato di emergenza: 250.000 persone senza acqua corrente. A Gela l'acqua arriva una volta a settimana. Ad Agrigento la sua erogazione è stata sospesa a causa della presenza di un batterio. L'acqua in Sicilia è gestita, se così si può dire, da un ente privato (Siciliacque, 59,6% di proprietà della francese Veolia) a cui Cuffaro diede la gestione per 40 anni". "L'acqua deve tornare pubblica, la rete colabrodo risanata con investimenti statali ed eliminato il rischio del dissesto idrogeologico che sta distruggendo i bacini idrici. Questo è quello che serve all'Italia che invece - attacca Grillo - oggi viene presa per il culo con l'ennesimo annuncio, da parte di uno che più che uno statista sembra l'ingegner Cane della Gialappas, della costruzione del Ponte sullo Stretto". "La notizia della costruzione del ponte è una presa per il culo - conclude - che serve al Pd per avere un argomento di cui parlare ai talk show e coprire i suoi fallimenti quotidiani, alla mafia per aprire cantieri che non vedranno mai fine e che costerà altri centinaia di milioni ai cittadini assetati".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • maiPD

    maiPD

    27 Settembre 2016 - 17:05

    E come dargli torto . Le infrastrutture esistenti pubbliche e private in Italia sono da terzo mondo. ci sarebbe un gran da fare solo per riportare il paese ad avere un barlume di modernità , altro che ponte sullo stretto di Messina

    Report

    Rispondi

  • pierinod

    07 Novembre 2015 - 19:07

    La Sicilia sta dando una magnifica dimostrazione di come gestire al meglio la montagna di soldi che riceve grazie al suo statuto speciale ! E i baldi amministratori siculi sono troppo impegnati ad assumere in regione pseudo-dirigenti per pensare di dare l'acqua potabile ai propri cittadini... E il Grillo parlante deve pensare al reddito di cittadinanza per cani e porci... Povera Italia...

    Report

    Rispondi

  • bruno osti

    07 Novembre 2015 - 18:06

    veramente, Renzi, come hanno riportato altri giornali e tutti i TG, ha dichiarato che prima si dovranno risolvere tutti i problemi di acqua, viabilità e difesa del territorio e poi, forse, un ponte ferroviario

    Report

    Rispondi

    • silveriobambara

      07 Dicembre 2015 - 21:09

      Certamente,ma era per dare un contentino all'alleato Alfano. Intanto l'ha detto,nel mentre nulla fa per impedire che altro denaro continui ad essere speso per un'opera che mai si farà. Anche questo per accontentare Alfano??

      Report

      Rispondi

  • chimangio

    07 Novembre 2015 - 17:05

    L'Italia è l'unica nazione nella quale non si può costruire un ponte che in altri posti, in due anni, sarebbe già stato realizzato. In altre nazioni fanno ponti e viadotti anche "sopra" a vulcani e falde eruttive senza scandalizzarsi più di tanto. Da noi, complice una gestione pubblica mafiosa, solo a parlarne si fa peccato. E Grillo ci dovrebbe fare la cortesia di limitarsi alle battute da cabare

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog