Cerca

Lo scenario

Tentazione Salvini. L'incontro per vincere: presto un faccia a faccia con Diego Della Valle

Tentazione Salvini. L'incontro per vincere: presto un faccia a faccia

La piazza di Bologna secondo tanti ha segnato il passaggio simbolico della leadership del centrodestra da Silvio Berlusconi a Matteo Salvini, ma la partita sul candidato a palazzo Chigi per il dopo Renzi è ancora tutta aperta. I limiti anagrafici del Cav lo metterebbero fuori dai giochi, lo stesso Salvini non perde occasione di sparigliare le carte, negando di essere interessato a candidarsi in prima persona come premier. Così tra i nomi che spesso spunta nei desiderata dei big di centrodestra c'è quello di Diego Della Valle, gradito senza troppi segreti da esponenti come Laura Comi che solo pochi giorni fa aveva apprezzato le potenzialità politiche di Mr. Tod's come "attaccante e Berlusconi nel ruolo di allenatore".

La svolta - Della Valle ha fatto capire da tempo di voler impegnarsi in politica e sta provando a raccogliere parti dell'imprenditoria italiana e diversi sostenitori nel movimento "Noi italiani". La speranza Della Valle, soprattutto dal fronte forzista, è stata più volte evocata in chiave anti-Salvini, come una sorta di contenimento dell'ascesa del segretario del Carroccio. Ma ci ha pensato lo stesso leghista a sparigliare le carte, durante un intervento ad Agorà su Raitre: "Sono molto curioso di incontrare Della Valle che so essere molto critico nei confronti di questo governo".

Gli incontri - Ci penserebbe Matteo Renzi quindi a fare da comune denominatore per riunire il centrodestra. Da diversi retroscena raccontati sui quotidiani trapela che gli staff di Salvini e Della Valle sarebbero già a lavoro per combinare il faccia a faccia, possibile già questo novembre. Probabilmente però sarà Berlusconi a precedere Salvini, visto che durante la puntata di Porta a porta di ieri 12 novembre, il Cav ha annunciato di aver già fisssato un incontro con l'imprenditore, che però secondo Berlusconi: "non ha nessuna intenzione di diventare protagonista della politica".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Vifra

    15 Novembre 2015 - 08:08

    gli imprenditori si dovrebbero limitare a fare gli imprenditori, guardate che bel disastro a combinato l'imprenditore Berlusconi !!! p.s. I comici dovrebbero limitarsi a fare i comici e i pregiudicati in galera

    Report

    Rispondi

  • arwen

    14 Novembre 2015 - 10:10

    E' veramente triste che, dopo le notizie giunte da Parigi che inchiodano la leadership europea (e quindi anche la classe dirigente nostrana) alla propria responsabilità e incapacità, qui in Italia non cambi nulla. Solo inutile allarmismo e le solite bagatelle politiche alimentate anche da chi nn si è accorto che B è finito da un pezzo ma che, al governo, c'è uno che è pure peggio. Che fessi!

    Report

    Rispondi

  • pinux3

    13 Novembre 2015 - 16:04

    Ma Della Valle non era una bestia nera dei berluscones?

    Report

    Rispondi

  • GiulianaBaudone

    13 Novembre 2015 - 12:12

    Solo se stiamo uniti il centro-destra vince....tutto il resto è inutile....Della Valle o no è basilare l'unioneeee

    Report

    Rispondi

    • tingen

      13 Novembre 2015 - 13:01

      Non basta unirsi, il centrodestra ha bisogno di un rinnovamento totale di politica, e non si vince con certi vecchi politici. Solo le primarie permettono di rinnovare il centrodestra partendo dalla base.

      Report

      Rispondi

blog