Cerca

La lettera

Giorgia Meloni, perché difendo il titolo di Libero: dagli altri giornali l'Islam è sparito

Giorgia Meloni, perché difendo il titolo di Libero: dagli altri giornali l'Islam è sparito

Caro direttore, l

eggo delle polemiche scatenate da "Bastardi islamici", titolo di apertura del suo giornale all' indomani degli attentati di Parigi. C' è chi è arrivato a chiedere le sue dimissioni, altri hanno paventato denunce. L' hanno insultata, chiesto la sua radiazione dall' ordine dei giornalisti, qualcuno ha addirittura invocato la galera. Ma sono la sola ad aver visto dietro quel titolo, che colpisce come un pugno perché appare come un insulto sfrontato, un significato molto più profondo di quello che gli è stato attribuito da chi si lascia condizionare dai pregiudizi della propria visione ideologica? Perché personalmente ho interpretato quel «bastardi» come illegittimi, fasulli, impostori: «Bastardi islamici» ovvero «Impostori islamici», islamici deviati. Un messaggio che addirittura potrebbe piacere ai fan del politicamente corretto. Per intenderci, se lo stesso titolo lo avesse pubblicato il manifesto gli stessi che oggi attaccano Libero starebbero plaudendo al genio comunicativo. A proposito del manifesto, titoli ad effetto come questo che colpiscono allo stomaco e costringono a riflettere, ne fa parecchi (il titolista non lo conosco ma è un genio vero).


Mi viene in mente il titolo «Niente asilo» sopra la foto del piccolo Aylan, il bambino siriano morto sulle spiagge turche. Il messaggio era chiaro: gli è stato negato il diritto di asilo politico, e ora che è morto non potrà andare all' asilo come gli altri bambini. Nessuno è stato così idiota da credere che il manifesto stesse facendo sarcasmo o insultando un bambino morto. La stesso sforzo di perspicacia non guasterebbe anche per cercare di capire i titoli (choc) dei quotidiani vicini alla destra. E quindi, col solito anticonformismo che ci contraddistingue, le scrivo direttore per esprimere a lei e al suo giornale la nostra solidarietà.
Piuttosto approfitterei per fare una riflessione su titoli e prime pagine di altri quotidiani, come ad esempio Repubblica: non troverete mai le parole «islam» e «musulmani», quasi che gli attacchi a Parigi fossero stati compiuti da indefiniti gruppi terroristici di matrice sconosciuta. Ma questa è un' altra storia (e un altro giornalismo).

Giorgia Meloni

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • sempre-CDX

    17 Novembre 2015 - 19:07

    Concordo pienamente con Belpietro e Meloni.

    Report

    Rispondi

  • mantova1955

    17 Novembre 2015 - 14:02

    Bravo Belpietro. concordo pienamente e vorrei vedere lorsignori quando subiranno un attentato nei loro affetti. Bravissima Giorgia Meloni che assieme a pochi altri vede chiaramente la situazione. Sicuramente avrà il mio voto e di tanti altri che non vogliono svendere l'Italia, dopo milioni di morti con la grande guerra per fare l'Italia che non c'è più.

    Report

    Rispondi

  • cane sciolto

    17 Novembre 2015 - 13:01

    Come non condividere con quello detto dalla Meloni, e come non condividere con Belpietro, aggiungerei che a mio avviso sono stati molto teneri, dirò di più in quanto x quello che avevo commentato mi hanno censurato, mi ripeto sono completamente d'accordo con la Meloni che ho iniziato ad apprezzare e il Belpietro pane al pane e vino al vino.

    Report

    Rispondi

  • pestifero

    17 Novembre 2015 - 10:10

    Un altro ragionamento...hai dato un'occhiata ai titoli dei quotidiani francesi? Mai è stato nominato l'islam, mai l'isis, solo il dolore per la morte dei francesi e Parigi. Apprendete giornalai che attaccate a destra e a manca senza costrutto.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog