Cerca

Pianeta Gaia

Gianroberto Casaleggio: "Se il Movimento 5 Stelle non si affranca dal fondatore, muore"

Gianroberto Casaleggio

Parla il guru, Gianroberto Casaleggio, il grande manovratore del Movimento 5 Stelle, di cui è co-fondatore. Lo fa in una lunga intervista a La Stampa, in cui parte dal nuovo simbolo del M5s, in cui è stato tolto il nome di Beppe Grillo: "È un pit stop - spiega Casaleggio -. Noi abbiamo fatto il cambio gomme, gli altri resteranno presto senza benzina". Dunque, aggiunge: "Se non si affranca dai fondatori un movimento muore, è normale farlo se si vuole pensare al lungo periodo. Altrimenti si rischia di non sopravvivere". Il guru, ovviamente, ribadisce poi il ruolo centrale della rete: "Penso alla rete come a un'intelligenza collettiva. Oggi sono iscritte al Movimento 5 Stelle circa 130mila persone, in continua crescita". E ancora: "Ci sono stati pochi casi di candidati, sui 1.600 eletti nelle istituzioni, rivelatisi inadatti in seguito alle votazioni online".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • claudioarmc

    20 Novembre 2015 - 08:08

    Morto mi sembra lui , ma forse non glielo hanno ancora detto. Fate presto stelline cadenti

    Report

    Rispondi

  • frabelli

    19 Novembre 2015 - 13:01

    Da quello che dice:"Noi abbiamo fatto un cambio gomme loro resteranno senza benzina" si capisce che è molto confuso e non sa cosa sta dicendo.

    Report

    Rispondi

blog