Cerca

L'intervista

Parla il ministro di Monti: "I marò rispediti in India"

I marò

I marò

Una vera e propria bomba il retroscena che l'ambasciatore Giulio Terzi consegna a Radio Radicale nel corso della tras missione "Cittadini in divisa" e che sarà trasmessa questa sera, lunedì 7 dicembre. Affermazioni che conferma in un'intervista al quotidiano Il Tempo. L'ex ministro degli Esteri chiede una commissione parlamentare sulla vicenda e anche di essere ascoltato dal Copasir.  Vuole raccontare di quelle pressioni di alcuni esponenti del governo Monti sui pm perché i marò tornassero in India tre anni fa, quando i due fucilieri erano venuti in Italia per la licenza natalizia.

"È inspiegabile che organi di monitoraggio parlamentare, comitati che sorvegliano e rispondono all' esigenza democratica di vedere cosa accade nell' ambito dell' intelligence, non acquisiscano la documentazione, che il pubblico non possa essere sicuro che la documentazione venga acquisita". Terzi in particolare si chiede perché non sia stata acquisita tutta la documentazione che emersa nei mesi scorsi, soprattutto il documento fatto circolare dal ministero della Giustizia  sull' impossibilità costituzionale di mandare indietro i fucilieri di marina per conto del Guardasigilli dell' epoca. "O la mail del consigliere politico del Quirinale Stefanini che garantiva sull'opinione del presidente Napolitano favorevole a che restassero in Itali". Quando il giornalista del tempo gli chiede le motivazioni per cui questo non sia stato fatto, risponde. "Io non vedo nessun motivo se non quello di coprire alcuni scheletri nell'armadio di personalità politiche e di governo che hanno voluto rimandare i nostri fucilieri di marina in India per considerazioni che sono intuibili, legate agli affari e agli interessi economici ma che non appartengono a una buona conduzione della politica estera e di sicurezza del nostro Paese".

L'accusa dell'ex ministro -  "I fucilieri di marina tornarono in Italia per la licenza natalizia, e prima scadesse io inviai una circostanziata lettera al presidente del Consiglio e ai ministri coinvolti nella gestione diretta di questa vicenda affinché si potesse - come era stato fatto in altri casi altrettanto delicati - esercitare da parte del governo una sorta di moral suasion nei confronti della magistratura inquirente. Ho la sensazione, qualcosa di più anzi di una sensazione, che questa operazione di moral suasion sia stata effettuata sì, ma all' incontrario".  

Il pronostico - L'ex ministro degli esteri fa poi una previsione: "Se noi non dimostriamo una chiarezza di convincimento sulla loro assoluta innocenza ed estraneità ai fatti, se non manifestiamo in modo sufficientemente vigoroso la posizione dell' Italia, e diamo la sensazione che qualsiasi cosa ci va bene, se continuiamo a mantenere un profilo bassissimo su questa vicenda di cui più nessuno sta parlando, ho grossi timori su quello che i giudici arbitrali potranno decidere".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • falkrr900

    09 Dicembre 2015 - 16:04

    Che strano paese l'Italia il farabutto che ha giocato sulla pelle degli Italiani e nel caso specifico con quella di due militari Italiani invece di essere Arrestato e processato per alto tradimento è un senatore a Vita.

    Report

    Rispondi

  • Nano72

    08 Dicembre 2015 - 11:11

    La cosa fu da allora ovvia.I marò non potevano essere rinviati in India,la legge italiana lo vieterebbe semplicemente per il fatto che per il reato contestato è prevista anche la pena di morte.Non si consegnò Ocalan,un terroista di estrema sinistra,alla Turchia con queste motivazioni.Non lo si è fatto per due concittadini e servitori dello stato in uniforme.Con grande soddisfazione dei sinistroidi

    Report

    Rispondi

  • SGis

    08 Dicembre 2015 - 09:09

    La stupidità dei politici italiani è stata dimostrata in diversi casi...di recente nel caso marò,,,, oggi nel caso isis.... sono dei cagasotto e si vendono spesso per meno di trenta denari. VERGOGNA

    Report

    Rispondi

  • infobbdream@gmail.com

    infobbdream

    07 Dicembre 2015 - 21:09

    sono stati venduti per l'affare di quei 4 elicotteri della finmeccanica, che poi gli indiani hanno ricacciato al mittente perché scadenti,e si sono tenuti anche i marò, solo una questione di skei.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog