Cerca

Le parole dell'ex

La vendetta di Enrico Letta: "Renzi, moralità a intermittenza"

La vendetta di  Enrico Letta: "Renzi, moralità a intermittenza"

"Se fossi in Parlamento voterei convintamente contro la mozione di sfiducia sul ministro Boschi, nessun dubbio". Lo ha detto Enrico Letta, ex premier "fatto fuori" proprio dall'arrivo di Matteo Renzi, riferendosi alle accuse di conflitto di interessi indirizzate al ministro dalle opposizioni. "Non ho alcun dubbio - ha aggiunto l'ex presidente del consiglio, oggi impegnato in attività accademiche - anche sul fatto che Renzi ha cambiato idea tante volte e ha usato due pesi e due misure in una sorta di moralità a intermittenza".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • giorgio_collarin

    20 Dicembre 2015 - 01:01

    lasciamo Letta alle attività accademiche, per favore!!!

    Report

    Rispondi

  • melamatura

    16 Dicembre 2015 - 13:01

    D'accordissimo con Letta, questa volta.

    Report

    Rispondi

  • Baliano

    Baliano

    16 Dicembre 2015 - 09:09

    ...devo ammettere che E. Letta è un "Signore", uno che non porta rancore, però tra le righe il sassolino se lo leva, "di Martedì"... " deve sapere che prima di lui (Renzi) c'era una altro e dopo di lui ci sarà un altro". Traducendo per il fanfarone, alias Pupone "la sua spocchia lo seppellirà". Prima è, meglio sarà per l'Italia.

    Report

    Rispondi

  • m.dalloglio59

    16 Dicembre 2015 - 09:09

    La canoista Iosefa Idem si dimise perché saltò una rata dell'ici, Lupi si dimise perché a suo figlio regalarono un rolex, della Cancellieri abbiamo giâ detto, berlusconi non poteva non sapere a prescindere...Abbiamo l'ennesima conferma che per gli amici tutto si interpreta...ma smettiamola di chiamarla democrazia..

    Report

    Rispondi

    • Baliano

      Baliano

      16 Dicembre 2015 - 10:10

      m.dalloglio59... Quoto 100%. - Aggiungo che hanno fatto di tutto e di più, solo per il Potere. Un Potere non delegato, sancito inequivocabilmente dal Popolo Italiano. Il tutto condito dalla strafottenza e dall'arroganza, propria dei peggiori Regimi. Questa è l'ennesima conferma che i Compagni si arrogano sempre, Storicamente, la "ragione", anche quando oggettivamente la calpestano.

      Report

      Rispondi

Mostra più commenti

blog