Cerca

I guai del premier

Magistratura, Merkel ed Europa: Renzi rischia di più fuori dal Parlamento

Magistratura, Merkel ed Europa: Renzi rischia di più fuori dal Parlamento

Il meno è passato. Perchè il voto di sfiducia al ministro Maria Elena Boschi era, al di là del suo esito scontato, una quisquiglia rispetto a quel che attende e che teme Matteo Renzi di qui a qualche mese. Le insidie maggiori alla sua salda posizione a palazzo Chigi arriveranno infatti da fronti ben lontani dal Parlamento.

A scriverlo è Francesco Verderami sul Corriere della Sera, per il quale i fronti caldi del premier sono l'Europa e la magistratura. Sebbene il premier ieri abbia voluto far sapere attraverso la Boschi e il sottosegretario Lotti che non si lascerà politicamente intimidire, non sarà facile muoversi su più fronti: lo sussurrano i dirigenti del Pd e lo dicono gli alleati di governo, colpiti dalla virulenta polemica di Renzi con la Merkel e dall' affondo contro il commissario europeo Hill sul decreto salva-banche. È quello il punto dolente, e c' è un motivo se tutte le forze di maggioranza s' interrogano sulla strategia del premier, a partire dalla mossa a sorpresa di voler affidare la gestione degli arbitrati al capo dell' Anticorruzione Cantone: "Non si capisce - dice il senatore Ncd Gentile - come si possano aggirare le regole che disciplinano il sistema bancario. A meno che Renzi non tema che le inchieste arrivino a coinvolgere anche i vertici di quel sistema".

Non bastasse, il centrodestra si appresta a presentare una mozione di sfiducia al governo in quel del Senato, dove la maggioranza è così friabile da non garantire nemmeno il numero legale sulla riforma della Rai.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Piranhaottavo

    20 Dicembre 2015 - 17:05

    Sarà difficile che qualcuno decida l'avvicendamento di Renzi . .finchè avremo un sordo-muto al Colle !

    Report

    Rispondi

  • claudiotortora

    20 Dicembre 2015 - 13:01

    se mattarella fosse una persona seria ,ma sono molto dubbioso ,e lui non fa niente per smentirmi ,che in parlamento oltre ad esserci un truffaldino non eletto dal popolo sovrano ,di cui presidente e' mattarella,ci sono tante persone omini piccoli piccoli ,che vengono chiamati deputati e senatori ,i quali dovrebbero fare le veci dei partiti e del popolo,ma sono dei venduti ,presidente capovenduti?

    Report

    Rispondi

  • arwen

    20 Dicembre 2015 - 11:11

    Renzi non cadrà e non xchè sia un buon governante, ma xchè quella massa di invertebrati che siedono in parlamento a spese nostre sono ancora più arraffoni di lui. In Italia c'è, ormai, un solo partito, il voto sulla fiducia alla Boschi lo ha ampiamente dimostrato. Non più dx cattiva ne sx salvifica. Sono tutti uguali xchè tutto si prefiggono lo stesso obiettivo; il potere. Noi nn contiamo un c...o

    Report

    Rispondi

  • RatioSemper

    20 Dicembre 2015 - 10:10

    Il partito della leopolda: questo è diventato il Pd. Il peggior premier possibile e un catastrofico campionario di pseudo-compagnucci tutti gratificati da un 15% di nostalgici del pci e nuovi adepti creduloni. E via con tasse, elemosine, disoccupazione e clandestini......

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog