Cerca

Dopo il sondaggio

Di Battista e i sondaggi sul M5S:
"Perché freghiamo Renzi"

Alessandro Di Battista

Alessandro Di Battista

Alessandro Di Battista deputato e membro del direttorio dei Cinque Stelle commenta il sondaggio di Nando Pangoncelli che vede il suo Movimento a un passo dai dem e soprattutto vincitore di un ballottaggio. Intervistato dal Fatto Quotidiano spiega così la crescita dei grillini: "Nell' ultimo anno le nostre idee sono passate tra l' opinione pubblica. E la svolta c' è stata con la marcia per il reddito di cittadinanza del maggio scorso. Dobbiamo parlare sempre di più delle nostre proposte: continuando così, quei due punti di distanza dal Pd si ridurranno ulteriormente." Di Battista è sicuro di vincere anche contro un partito di centrodestra perché "chi vuole cambiare deve rivolgersi a noi, al di là di percezioni ideologiche che trovo davvero obsolete. E comunque è ancora tutto da vedere. Per il M5S sarà fondamentale vincere in qualche città nelle prossime amministrative. Potrebbe convincere gli indecisi. Tutti ripetono: il M5S ha paura di vincere a Roma, perché rischierebbe di sfracellarsi. Non è vero. Vogliamo vincere in città importanti." Diba commenta anche la scelta di votare i giudici della Consulta con il Pd  "Qualsiasi reazione dei nostri attivisti è più che legittima, ma a non dirsi d' accordo è stata una piccola parte. Io faccio notare che in pochi giorni, tra votazione per la Consulta e mozione di sfiducia per la Boschi, abbiamo distrutto Forza Italia. E che dopo 31 votazioni a vuoto abbiamo costretto il Pd a rinunciare a gente come Violante e Sisto".  

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Ben Frank

    Ben Frank

    21 Dicembre 2015 - 08:08

    Perchè fregano il buffone di Rignano? Ma perchè il saltinbanco genovese e la sua truppa di comici viaggianti sono di molto più paraculi dei cattokomunisti, è chiaro!

    Report

    Rispondi

  • m.dalloglio59

    20 Dicembre 2015 - 14:02

    Al grido "muoia Sansone e tutti i filistei" per ritornare ad una dimensione reale fuori da twitter, facebook e soci, ci sarebbe da augurarsi che vincano questi, cosi la facciamo finita e vien giù tutto.

    Report

    Rispondi

  • dellaperutaantonio

    20 Dicembre 2015 - 12:12

    E voi tutti contenti, compresi i media della cosiddetta sinistra, così, nel malauguratissimo caso che gli italiani, senza riflettere, facessero vincere alle elezioni politiche i "grillini", l'Italia sarebbe finita. Non vi basta quanto è avvenuto ed avviene in Grecia con Tsipras?.Se la destra od il centrodestra vuole riprendere il governo del Paese non deve limitarsi a cavalcare il malcontento

    Report

    Rispondi

    • koccobill

      20 Dicembre 2015 - 13:01

      il pd è un partito finito, ogni giorno ne arrestano qualcuno. Nei comuni e nelle regioni sono più quelli indagati che quelli no. VI fidate ancora di questi ialtroni che sono lì solo per fare gli affari loro ? Penste veramente che i 5 stelle farebbero peggio di questi ? Beh allora siete da ricovero.!

      Report

      Rispondi

      • Ben Frank

        Ben Frank

        21 Dicembre 2015 - 08:08

        ...segue. Oltretutto mi pare che, vedi voto giudici costituziionali e sfiducia alla Boskina, che tra i 5stalle e il partito Mediaset si sia instaurato un gioco delle parti nel votare pro o contro, e nel paracularsi il buffone di Rignano.

        Report

        Rispondi

      • Ben Frank

        Ben Frank

        21 Dicembre 2015 - 08:08

        Beh, a sentir ciò che propongono sull'invasione dei clandestini, pubbliche finanze, matrifrocio (matrimonio tra froci), sottomissione a Bruxelles, politica estera, forse non sono peggio dei piddini, ma nel migliore delle ipotesi uguali: Anche per questo hanno in tante occasioni salvato dal naufragio il rabberciato barcone piddino.

        Report

        Rispondi

blog