Cerca

Kermesse del centro-sinistra

Prodi in Piazza Duomo: "Votiamo uniti"

Dopo quattro anni di assenza, l'ex premier torna in piazza: Vendola non è Bersani quello che è stato per me Bertinotti

47
Romano Prodi

 

 

Dopo quattro anni e mezzo di assenza torna Romano Prodi. Sale sul palco di Piazza del Duomo alla kermesse del centro-sinistra a sostegno della candidatura di Umberto Ambrosoli a governatore della Lombardia. Prodi fa un invito a votare uniti. "Sono di nuovo salito su un palco perché oggi vale la pena. Sono venuto qui per ribadire l'importanza della sfida per l'Italia e per la Lombardia e per farvi l'invito a votare uniti. E poi torno al mio lavoro". Tranquillizza il timore di un déjà vu, che Nichi Vendola possa rappresentare per Pierluigi Bersani quello che per lui ha rappresentato Fausto Bertinotti. "Questa squadra a differenza del passato resterà unita, perché ha imparato la lezione, e perché è fatta di uomini diversi".

Ottimismo -  Prodi è convinto che "tra una settimana Bersani ci guiderà alla vittoria, Matteo Renzi sarà una grande risorsa per il futuro". Mortadella Prodi, responsabile per l'Onu di un gruppo di esperti per le missioni di pace in Africa, ha detto che quando i suoi amici africani gli chiedono perché Bersani ce l'abbia tanto con i giaguari da smacchiare, lui risponde "in realtà ce l'ha anche con i tacchini". E Bersani ha cominciato il suo intervento in piazza Duomo dicendo proprio: "Tra una settimana smacchiamo il giaguaro"... 

 

 

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • buonavolonta

    30 Aprile 2014 - 20:08

    PRODI...CHI?

    Report

    Rispondi

  • ALFONSOVITALE

    19 Febbraio 2013 - 18:06

    la prossima volta che scrivi e leggi qualche cosa come hai fatto ultimamente cerca di non dire stronzate: I tuoi amici africani non possono aver parlato di giaguari perche questi vivono in america, conseguentemente se il bevitore di bettola deve smacchiare qualche cosa non deve andare in africa e seguirti perchè lì corre il rischio di essere smacchato con quel gufo che ti ritrovi. E questo sarebbe un professore. Il più grosso intrallazziere che il dopoguerra ricordi.

    Report

    Rispondi

  • arwen

    18 Febbraio 2013 - 21:09

    Che gli hanno fatto sentire l'aria di Roma al buon mortazza! I compagni di merende gli hanno forse promesso una poltroncina? Così dopo il regno del monarca assoluto dovremo cibarci pure il regno del suino assoluto!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media