Cerca

Ai ferri corti

Banca Etruria: Giorgio Napolitano contro Matteo Renzi sulla commissione d'inchiesta

Banca Etruria: Giorgio Napolitano contro Matteo Renzi sulla commissione d'inchiesta

Se Matteo renzi, con lo scandalo-banche, aveva già un diavolo per capello, nei prossimi giorni rischia di averne uno in più. Un vecchio diavolo, ma molto tenace: l'ex presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Riporta il sito affaritaliani.it che a Napolitano l'idea di una commissione parlamentare "d'inchiesta" per far luce su quanto accaduto in Banca Etruria nelle scorse settimane, non vada affatto giù. Il senatore a vita vede quel progetto come fumo negli occhi per due motivi: perchè il suo operato rischia di sovrapporsi a quello della magistratura sulla medesima vicenda. E per il rischio che critiche parlamentari eccessive all'operato della Banca d'Italia possano comportare una impennata dello spread.

Andrebbe molto più agenio, a Napolitano, una commissione "d'indagine" cioè al tempo stesso rispettosa della magistratura e che con trasformi la ricerca delle disattenzioni di Bankitalia in una campagna di delegittimazione, pericolosa anche in termini economici. Ma una commissione come quella d'inchiesta, che ha accesso agli atti della magistratura compresi quelli normalmente secretati per il segreto istruttorio, è proprio quello che vuole Renzi, per tenere sotto controllo e sotto tutela l'operato dei giudici su una vicenda tanto delicata per i destini del suo governo.

Premier ed ex presidente sono dunque in rotta di collisione. Napolitano avrebbe già messo all'opera i suoi uomini in Parlamento già nel corso della discussione sulla mozione di sfiducia nei confronti della Boschi, quando in Aula, nella sua dichiarazione di difesa della Boschi, Walter Verini ha parlato di una “commissione di indagine” sulle banche. Una posizione, su questo tema, sfasata rispetto a quella del capogruppo del Pd, Ettore Rosato, che invece ha parlato, secondo l’ordine di palazzo Chigi, di “commissione di inchiesta”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • capitanuncino

    19 Gennaio 2016 - 14:02

    Ma quando crepa?Ormai l'età c'è.Muoino 50enni e non solo,meno che questo vecchio trombone residuato comunista.

    Report

    Rispondi

  • seve

    19 Gennaio 2016 - 11:11

    Certo che sono in rotta di collisione ,perché Renzi non ci sta più .....capito? Il Britannia 2 sono i risparmi degli Italiani che all'Europa fanno molto gola , i Tedeschi nonostante la fine della Grecia sono pieni di DERIVATIIIIIIIIIIIII.

    Report

    Rispondi

  • gescon

    28 Dicembre 2015 - 08:08

    Basta con sto vegliardo. Ha generato danni quanto basta questo sedicente democratico. Comunismo mala erba dell'umanita.

    Report

    Rispondi

  • cane sciolto

    27 Dicembre 2015 - 23:11

    E di chi sarà la colpa di tutto quello che e accaduto? chi ci ha messo il venditore di fumo a colori? chi ci hanno fatto invadere dai Clandestini venuti non per fuggire dalla guerra ma x poter delinquere inutile che Alfano faccia dei proclami che la delinquenza intesa come furti,rapine, omicidi ecc.sono in diminuzione, almeno che tacesse farebbe più bella figura, leggesse le cronache giornaliere.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog