Cerca

Il monito di tre funzionari Ue

Il dossier dell'Europa contro l'Italia: Renzi demolito, futuro da brividi

Il dossier dell'Europa contro l'Italia: Renzi demolito, futuro da brividi

La ripresa dell'Italia sarà difficile e il percorso non breve. E se il nostro Paese vuole evitare il declino, riporta il Corriere della Sera, non può più aspettare. E' questo il monito di tre analisti europei, Dino Pinelli, István P. Székely e Janos Varga, al centro del lavoro che la Commissione europea sta svolgendo sulla Legge di stabilità e sul programma di riforme del governo di Matteo Renzi, che hanno espresso i loro timori su  www.vox.eu. 

I tre funzionari il 22 dicembre hanno proposto alcune anticipazioni partendo dal fatto che è da metà degli anni '90 che il reddito per abitante in Italia perde terreno rispetto alle altre economie europee. E questo perché la "produttività totale dei fattori" (l'organizzazione e le regole del lavoro, le competenze, gli investimenti e la tecnologia, la burocrazia, l'apertura del mercato, le infrastrutture o le forniture energetiche) è in calo (0,3% l'anno) dalla fine del secolo scorso, caso praticamente unico, visto che cresce quasi ovunque nel resto d'Europa e negli Stati Uniti. La "produttività totale dei fattori", più del debito o della crescita, è il termometro del sistema. E in Italia, scende da 15 anni.

Le cause, secondo Pinelli, Székely e Varga sono: quota bassissima dei laureati e competenze di base, ritardo dei giovani nell'istruzione (persino rispetto a Polonia, Corea del Sud o Spagna), lentezza della burocrazia e della giustizia (che rallentano pure gli investimenti dei Paesi esteri). Il Jobs Act toglie solo un quarto del ritardo dell'Italia sull'area euro per i costi di ogni contratto. Restano quindi "debolezze strutturali fondamentali" e "il ritorno a una crescita sana richiederà uno sforzo straordinario".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • l.perria

    29 Dicembre 2015 - 22:10

    Quello che ci meritiamo per dare ascolto ai parolai !

    Report

    Rispondi

  • Atlantideo

    29 Dicembre 2015 - 16:04

    Ah, il reddito cala dal 1994/1995 circa ? Colpa di Renzi !

    Report

    Rispondi

  • peterpanno

    29 Dicembre 2015 - 16:04

    ma sono conteggiati quelli che vanno a laurearsi all estero dove sono meglio considerati e retribuiti..le solite statiche alla trilussa..mezzo pollo a tesa ma uno ha un pollo intero e latro nessun pollo

    Report

    Rispondi

  • nordest

    29 Dicembre 2015 - 16:04

    Si sono accorti che continua a bere.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti