Cerca

L'attacco (un po') a sorpresa

"Tutta la verità su Sergio Marchionne": Santanchè, il siluro contro il manager

Daniela Santanchè e Sergio Marchionne

Del possibile impegno in politica di Sergio Marchionne, tirato per la giacchetta un po' da tutti quanti - destra, sinistra e centro -, se ne parla pressoché da sempre. E se ne è parlato anche oggi, lunedì 4 gennaio, in occasione della conferenza stampa a Piazza Affari per la quotazione della Ferrari, di cui Marchionne è presidente. Interpellato dal direttore di Affaritaliani.it, Angelo Maria Perrino, sul possibile ingresso in politica, il manager italocanadese ha risposto: "Mai, mai, mai, mai. E se non avete capito bene - ha ribadito - mai". Un rifiuto nettissimo, insomma, al quale ha poi aggiunto che "sarò alla guida di Fca fino al 2018" per auspicarsi successivamente di "fare il giornalista". Frasi sibilline: nonostante la smentita sull'impegno politico, Marchionne ha insistito sul 2018, anno in cui - putacaso - terminerà la legislatura (sempre che il sipario non cali prima del tempo).

E dopo le parole del presidente Ferrari, sempre Affaritaliani.it ha raccolto pareri sulla possibilità di un Marchionne in politica. E tra i vari commenti spicca quello - duro - di Daniela Santanchè: "Non ho parametri per valutare l'ad di Fca come politico - ha premesso -. Sicuramente è un bravo manager, anche se non so se ha fatto gli interessi dell'Italia dopo aver fatto certamente quelli della sua azienda". E dunque, l'affondo: "Marchionne sta con Renzi e non con il centrodestra. Poi ha detto che non è interessato alla politica e quindi il discorso è chiuso". Dunque, un'altra critica: "Non credo proprio che Marchionne sarebbe attrezzato per sopravvivere a quello che hanno fatto a Berlusconi da quando è sceso in campo. In molti avrebbero accettato compromessi e avrebbero svenduto gli ideali e il loro Paese, invece Berlusconi continua a combattere per la democrazia e la libertà. Ecco - ha concluso - non credo che Marchionne sarebbe in grado di sopportare quello che hanno fatto passare al leader di Forza Italia".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • tunnel

    05 Gennaio 2016 - 13:01

    In tutti questi anni ha,pensato soltanto ai caxxi sua, ha sfasciato la Fiat, ha incassato milioni di Euro, non ha pensato minimamente di farci restituire dagli Agnelli ,tutti i soldi che la Fiat ci ha ciucciato negli ultimi 100 anni anche, se lui (bugiardone )..., ha dichiarato tempo fà che la Fiat non hamaimricevuto una lira dallo Stato italiano, forse era sotto effetto dell'alcoo

    Report

    Rispondi

  • Angelalbert

    05 Gennaio 2016 - 11:11

    Indipendentemente dalle valutazioni di Daniela Santanché che i compagni di merende al concime bovinamente criticano, offendono e deridono perché non sanno fare altro dato il loro quoziente intellettivo simile a quello di un bue, il compagno Marchionne è palesemente orientato a sinistra non per ideologìa squallida e becera ma solo per convenienza perché decentrando la Fiat lui vuole protezione.

    Report

    Rispondi

  • kufu

    05 Gennaio 2016 - 11:11

    La Santanchè conosce sempre la verità altrui, quasi al pari di Otelma

    Report

    Rispondi

  • frankie stein

    05 Gennaio 2016 - 10:10

    Nel 2016 Marchionne anticipa un nuovo modello Fiat: la Santanchè Spider. Modello senza tettuccio a due posti, come la dea ispiratrice...Quanto agli interessi 'sicuri della sua azienda' , magari a scapito degli Italiani, a chi si ispira perfidamente 'sta patentata doppiogiochista? Che colpaccio di manico di zappa sulla sua fronte!

    Report

    Rispondi

blog