Cerca

Il futuro azzurro

"I figli di Berlusconi in campo", Forza Italia verso la successione

"I figli di Berlusconi in campo",  Forza Italia verso la successione

I sondaggisti sono tutti d'accordo. Forza Italia ha bisogno di un cambio al vertice. Intervistato dal Tempo, Nando Pagnoncelli spiega che nel 2013 è cambiato tutto, "c'è stato un cambiamento dal punto di vista politico visto che, di fatto, è stato superato lo schema di contrapposizione tra due parti, con l' emergere dei Cinque Stelle. C' è stato un cambiamento generazionale". Invece dentro il partito non c'è stato ricambio generazionali. In Forza Italia, invece "non c' è stato rinnovamento".  Secondo Pagnoncelli Berlusconi dovrebbe iniziare un "processo di transizione nella leadership da compiere con molta attenzione, svolgendo un ruolo da padre nobile".

La successione - Parla di successione anche Nicola Piepoli che tuttavia ha in mente un passaggio di mano ma nell'ambito della stessa famiglia. Sempre al quotidiano romano dice: "Berlusconi ha costruito una monarchia ma non ha pensato alla successione . Deve farlo ora. Legga qualcosa sui Savoia, i Borboni, gli Hohenzollern. E lasci Forza Italia ad un suo erede, un Berlusconi".  Roberto Weber dell'Istituto Ixé "pensiona" Berlusconi dicendo chiaramente che non immagina una Forza Italia guidata da Silvio Berlusconi alle prossime elezioni politiche. Pensa piuyttosto alla liste civiche accanto "al simbolo di Forza Italia che comunque mantiene una sua attrattiva, seppur con un consenso molto prosciugato". 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • romelux

    20 Febbraio 2016 - 23:11

    Fino a che ci sarà anche l'ombra di Berlusconi saremo colpiti ma relativamente,e ne avranno sempre paura,il giorno che non ci sarà più vene accorgerete ed allora sarà inutile tutto.

    Report

    Rispondi

  • GilbertoTesti

    GilbertoTesti

    12 Gennaio 2016 - 15:03

    Questo stato è una Repubblica e non un Regno. Berlusconi sia pure Re di Mediaset ma non d'Italia. Il centro-destra non ha bisogno di un erede di casta, ma di persone che si impegnino politicamente. Ho già detto che un partito è fatto da una solida base che decide i propri vertici e non di un vertice venditore che sparga fumo alla base.

    Report

    Rispondi

  • Janses68

    07 Gennaio 2016 - 09:09

    Se sono furbi non si fanno coinvolgere e continuano a fare il loro lavoro senza avere problemi che non gli competono.

    Report

    Rispondi

  • frankie stein

    07 Gennaio 2016 - 08:08

    Come nella camorra: genitore in galera e famiglia a continuare la reggenza.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog