Cerca

Avvertimento a Renzi

Roberto Speranza: "Se dopo il referendum nasce il Partito della Nazionale, il Pd muore"

Roberto Speranza:

La riforma del Senato e l'esito del referendum di ottobre potrebbero segnare la morte del Pd. A dirlo, chiaro e tondo, è l'ex capogruppo dei deputati democratici e leader della minoranza interna Roberto Speranza, sul Corriere della Sera. "Il superamento del bicameralismo paritario era nel programma dell'Ulivo, è un passaggio importante della legislatura e io lo condivido ma resta aperto un problema di equilibrio tra la riforma del Senato e la legge elettorale. Non può significare un cambio di sistema e di alleanze politiche". In altre parole: qualora Matteo Renzi vincesse la prova del referendum e ne approfittasse per imporre un suo "partito della Nazione", ciò significherebbe l'esplosione del Partito democratico. 

"La morte del centrosinistra" - "Non accetterò mai l'idea - avverte Speranza - che le forze del sì al referendum diventino un soggetto politico. Mi opporrò con ogni energia a questo scenario. Trasformare il referendum in uno spartiacque del sistema politico, mettendo da una parte le forze governative e dall'altra quelle anti-sistema, significherebbe la nascita del partito della nazione e la fine del Pd". Scissione? "Di certo cambierebbe la prospettiva politica e segnerebbe la morte del centrosinistra. Le forze del no non possono essere considerate tutte uguali. Per me Lega, Forza Italia e M5S restano avversari, Sinistra Italiana invece è un alleato con cui ricostruire il centrosinistra".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • alkhuwarizmi

    21 Febbraio 2016 - 13:01

    Sbagliato. Il PD non morirà mai, come tutte le male-bestie di questo mondo. Detto poi da un genio come Roberto Speranza è come una garanzia di sopravvivenza in eterno. Auguri.

    Report

    Rispondi

  • alkhuwarizmi

    21 Febbraio 2016 - 13:01

    Sbagliato. Il PD non morirà mai, come tutte le male-bestie di questo mondo. Detto poi da un genio come Roberto Speranza è come una garanzia di sopravvivenza in eterno. Auguri.

    Report

    Rispondi

  • capitanuncino

    21 Febbraio 2016 - 01:01

    Speriamo che dopo lunga agonia tiri le cuoia presto....Non piangerà nessuno.Pace all'animaccia sua.

    Report

    Rispondi

  • eden

    12 Gennaio 2016 - 21:09

    Tranquilli, come vedete se muore il PD hanno già un altro nome e le poltrone sono salve. Se io mi chiamo Giovanni e cambio il nome con Vittorio sono sempre io e quindi i ladroni rimangono tranquillamente in pista, d'altronde se li votano o fanno brogli a rimettici siamo sempre noi.

    Report

    Rispondi

    • cane sciolto

      12 Gennaio 2016 - 22:10

      Si condivido con EDEN, aggiungerei che questi sono i peggiori politici che io ricordi nella mia vita e lo dico da EX PCI/PD poiché finiti i tempi di Almirante, Berlinguer Moro, di cui questi erano veri Politici che pensavano alla Nazione non solo ai loro interessi personali, premetto che non ho mai chiesto nulla al PD ne x me ne x i miei famigliari, ma ho visto come funzionava i migliori posti x a

      Report

      Rispondi

Mostra più commenti

blog