Cerca

Il caso

La Camorra vuole il Pd: l'intercettazione della vergogna

Manifestazione del Pd

Manifestazione del Pd

Le carte dell'inchiesta sul comune di Quarto per voto di scambio sta portando ripercussioni politiche non solo nel Movimento Cinquestelle che rischia di implodere per il coinvolgimento di un consigliere comunale accusato di essere stato sostenuto da imprenditori vicini alla Camorra. Ad essere travolto dallo scandalo è anche il Partito democratico, ritenuto come scelta privilegiata dei gruppi di malaffare locali. Lo conferma l'intercettazione tra il figlio di un imprenditore indagato Alfonso Cesarano, Giacomo, con il suo dipendente Biagio. Nelle ultime 150 carte depositate dal pm Henry John Woodcock sull'inchiesta emerge che a lui Cesarano jr dice chiaramente: "Ferro stava con il Pd, però... questo De Robbio noi abbiamo fatto l'accordo con lui, 'e capito? Ci siamo seduti al tavolo, papà, Mario Ferro, De Robbio e hanno parlato, hanno concordato, gli abbiamo detto che gli avremmo dato una mano hai capito?".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • tizi04

    12 Gennaio 2016 - 16:04

    accipicchia che volpi, se non c'erano le intercettazioni non si sarebbe mai capito che le Coop fossero colluse con le varie cosche locali. Ma fatemi il piacere! Roma capitale, L'emilia,la toscana, la sicilia, ecc ecc sono li da vedere. ma io credo che anche questo giornale usi toni lievi quando parla di PD, coop e tutto quello che riguarda quel mondo compreso il governo.Mi domando perche' !!!!!!

    Report

    Rispondi

  • gescon

    12 Gennaio 2016 - 15:03

    Impariamo ad evitare I boy scout se sono fatti cosi!

    Report

    Rispondi

  • gescon

    12 Gennaio 2016 - 15:03

    Impariamo ad evitare I boy scout se sono fatti cosi!

    Report

    Rispondi

  • frabelli

    12 Gennaio 2016 - 14:02

    Era chiaro da tempo per chi votava la camorra.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog