Cerca

Il progetto

Il piano di Verdini per incastrare Renzi. Altro siluro al Cav: la profezia sul voto

Il piano di Verdini per incastrare Renzi. Altro siluro al Cav: la profezia sul voto

Si serrano i ranghi per le prossime elezioni, non solo amministrative ma anche politiche. Il piano di Denis Verdini raccontato dalle sue dichiarazioni sul Corriere della sera punta a incastrare Matteo Renzi destinato ad avere sempre più bisogno dell'aiuto dell'ex fedelissimo di Silvio Berlusconi. Già oggi il movimento Ala è una sorta di stampella della maggioranza a guida Partito democratico, visto il sostegno alle riforme costituzionali come quella del Senato. Ma secondo Verdini non sarà l'ultima occasione: "Noi siamo pronti a sostenere il governo - ha detto Verdini - anche su altre riforme liberali che dovesse presentare". I prossimi passi della pattuglia di verdiniani andranno ancora nella stessa direzione del Pd: "La nostra missione non finisce con il via libera definitivo al ddl Boschi, ma continua anche sul resto. Ad esempio - aggiunge il senatore toscano - sul referendum, che Renzi fa bene a trasformare in un voto su se stesso".

Il futuro - Quello che oggi è un gruppo di 17 parlamentari, secondo Verdini è destinato a crescere almeno a trenta componenti. Il rapporto con il Pd andrà ben oltre il sostegno in aula: "non saremo una componente del Pd - ha chiarito Verdini - ma qualcosa che si affilia". Non è chiaro fino in fondo come si concilia il progetto verdiniano con le regole dell'Italicum, che non dà possibilità di riuscita alle coalizioni ma alle liste uniche. Ma il senatore è certo che la sua presenza sarà ancora indispensabile per Renzi, prevendo per il prossimo futuro politico: "tre grandi leadership: quella di Renzi, quella di Grillo e quella di Salvini, e io mi pongo nei panni di un italiano che deve votare, e ci sarà chi per votare Renzi avrà dei problemi, perché è sempre del Pd. Noi abbiamo l'ambizione di farlo votare a chi non lo voterebbe. Andremo per conto nostro, ma affiliati, e porteremo 30-40 parlamentari". Anche nel prossimo Parlamento, lo schema attuale potrebbe ripetersi secondo le previsioni di Veridni: "Anche se il Pd ottenesse 340 deputati, vuoi che un 10 per cento non sia della sinistra anti Renzi? A quel punto ci saremmo noi".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • airbaltic

    23 Gennaio 2016 - 21:09

    affiliati ? e come ? nell italicum ci si presenta con una sola lista non in coalizione. una legge fatta proprio da verdini. Hanno per caso intenzione di cambiarla dando il premio di maggioranza alla coalizione anzichè alla lista ? in ogni caso stanno andando a sbattere !!

    Report

    Rispondi

  • marystip

    19 Gennaio 2016 - 19:07

    VERDINI FA RIMA CON FINI DUE CRETINI PICCINI DESTINATI AI GIARDINI.

    Report

    Rispondi

  • gregio52

    19 Gennaio 2016 - 19:07

    Verdini ? Altro bel campione del umma umma ed anche molto pericoloso. Soggetto che sicuramente se si torna al voto sparirà se non appoggiato da qualche altro club "te lo raccomando".

    Report

    Rispondi

  • miraldo

    19 Gennaio 2016 - 15:03

    Il Pd di stampelle ne possiede 2 oltre a questo ciarlatano ci sono pure gli incapaci e collusi con le mafie del M5s.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog