Cerca

In Campania

Cesaro: "M5S pronto a sostenere mozione di sfiducia di Forza Italia contro De Luca"

Cesaro: "M5S pronto a sostenere mozione di sfiducia di Forza Italia contro De Luca"

"Violazione del dovere di verità e trasparenza". Forte il j'accuse del consigliere regionale campano Armando Cesaro che, nella giornata del 14 gennaio, ha presentato una mozione di sfiducia contro il Governatore De Luca. "In un Paese normale – continua l'esponente di Forza Italia - sarebbe stato già rispedito a casa”. E ci spiega il perché...

Cesaro, su cosa è incentrata la mozione di sfiducia che presenterete contro De Luca? 
"Sulla violazione del dovere di verità e trasparenza. Parliamo del caso delle dimissioni del Segretario Particolare di De Luca dovute ad una inchiesta giudiziaria e non, come affermò lo stesso De Luca, ad un affaticamento da troppi impegni politici e istituzionali. Una bugia per coprire un’inchiesta poi comunque esplosa a livello nazionale. Altro che casa di vetro". 
Quali sono i main topics sui quali si articolerà la vostra linea "offensiva"? 
"Da garantisti non ci interessa trasformare l’aula del Consiglio regionale in un’aula di Tribunale. Il focus è sulla menzogna, sul discredito gettato sulla nostra regione: un Presidente di Regione non può prendere continuamente per il naso i cittadini. Ricordo che De Luca non solo coprì le vere ragioni delle dimissioni del suo collaboratore ma, successivamente, continuò a sostenere che non sapeva nulla di un’inchiesta che invece conosceva benissimo. In un Paese normale sarebbe stato già rispedito a casa". 
La vostra iniziativa ha riscontrato l'interesse di altre forze politiche? Se sì, quali? 
"Innanzitutto del Movimento 5 Stelle che si è detto pronto a sostenere la mozione. Naturalmente, nonostante la gravità dei fatti, non ci aspettiamo il sostegno del centrosinistra. Ma questo è comprensibile". 
Rumors vogliono appunto un coinvolgimento del M5S, con il quale, però, lei non ha mancato di polemizzare in passato, ad esempio dopo l'occupazione dell'Aula del Consiglio Regionale di novembre. Eventualmente, quali potrebbero essere gli elementi di contatto fra il suo Gruppo e il Movimento di Beppe Grillo? 
"Un’occupazione vergognosa… non ci consentirono neppure di commemorare i morti della strage di Parigi! Abbiamo due modi diversi di intendere e concepire la politica: loro cavalcano la protesta senza proposta e vanno nelle istituzioni per dimostrare che solo loro, i puri, sono degni di governarle. Noi concepiamo l’impegno politico come servizio alla comunità. Naturalmente ben vengano se votano la mozione o se propongono soluzioni utili a risolvere i problemi della Campania". 
Avrà sicuramente seguito la polemica scoppiata intorno al sindaco Capuozzo. Che idea si è fatto della vicenda e cosa ne pensa dell'atteggiamento del Partito Democratico nei confronti dei pentastellati (non solo in Campania)? 
"Uno scontro tra titani del giustizialismo e del falso moralismo. Il Pd non vedeva l’ora che i ‘cinquestelle’ scivolassero sulla giustizia. Entrambi hanno dato un pessimo spettacolo e a Quarto come altrove hanno perso di vista i problemi dei cittadini". 

di Marco Petrelli
@marco_petrelli


Ritiene che, esaurito politicamente Berlusconi, il PD abbia trovato un nuovo nemico?
“Il Presidente Berlusconi continuerà a sorprenderci ancora per molto e lo dimostrerà nelle prossime competizioni elettorali. Il Pd, purtroppo, ha ancora nel suo dna una buona dose di post-comunismo. Non ci sono avversari, ma solo nemici da abbattere. Chi? Chiunque non la pensi come loro e non stia con loro”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400