Cerca

Question time alla Camera

Maria Elena Boschi: "Carrai alla cybersicurezza? Solo un consulente"

Maria Elena Boschi: "Carrai alla cybersicurezza? Solo un consulente"

"L'unica autorità politica che è preposta alla gestione dei Servizi di sicurezza è stato, è e sarà il senatore Marco Minniti, che è legato al presidente del Consiglio e a tutto il governo da rapporto di piena stima e fiducia. Ovviamente il governo, così come le altre istituzioni, ha la facoltà di avvalersi di consulenze di carattere tecnico, scegliendo tra vari profili". Con queste parole il ministro per i Rapporti con il Parlamento Maria Elena Boschi ha risposto al Question time della Camera ad un'interrogazione
di Sel sulla vicenda degli incarichi per la cybersecurity a Marco Carrai, imprenditore e amico storico di Matteo Renzi

"Chi gestirà i soldi" - "Laddove il governo decidesse di avvalersi di altre figure di consulenza tecnica - ha spiegato ancora la Boschi - ci sono strumenti consentiti dalla legge e dai regolamenti per chiedere ulteriori informazioni e il governo provvederà a rispondere celermente". La ministra ha ricordato che nell'ultima legge di stabilità sono stati stanziati "ulteriori 150 milioni di euro per rafforzare la prevenzione nell'ambito della sicurezza informatica e cibernetica, anche alla luce degli eventi tragici, una prevenzione legata ai fenomeni di terrorismo internazionale". Tuttavia non è prevista "nessuna modifica del quadro normativo di riferimento che disciplina la gestione di queste risorse per i Servizi di sicurezza o legati alla prevenzione informatica. Tanto è vero che la ripartizione di queste risorse avverrà su decreto del presidente del Consiglio, previa deliberazione del Comitato interministeriale per la sicurezza della Repubblica, sentiti i responsabili di Dis, Aise e Aisi e ovviamente sarà reso edotto il Copasir sulle scelte che verranno effettuate riguardo alla destinazione di queste risorse. Non è prevista - ha concluso Boschi - alcuna forma di partecipazione di strutture private".

Sel: "Non ha risposto" - "La ministra Boschi ha evitato sistematicamente di rispondere alla domande di Sinistra Italiana sulla
possibilità che il governo nomini a capo dell'agenzia sulla sicurezza informatica l'amico personale di Renzi, l'imprenditore del
settore Carrai - attacca nuovamente Arturo Scotto, capogruppo di Sel -. Pensiamo che le istituzioni non possono essere
sequestrate da un circolo ristretto di amici. Alla faccia del conflitto di interessi".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog