Cerca

Altri guai

Quel castello da nove milioni: l'illegalità fiscale di papa Boschi

Quel castello da nove milioni: l'illegalità fiscale di papa Boschi

Una nuova grana per Pierluigi Boschi, ex vice presidente Bpel, è stato indagato e poi prosciolto dopo la compravendita di una tenuta agricola, la Fattoria di Dorna, a Badia Pino. Ne parla il Resto del Carlino che ha ricostruito tutta la vicenda cominciata nel 2007 quando alla procura di Arezzo arriva un esposto in cui si denuncia l’acquisto sotto costo della tenuta e il successivo frazionamento per ricavare il massimo dai lotti venduti. La fattoria, una villa padronale, diversi annessi e 150 ettari di terreni, è dell’Università di Firenze che la mette all’asta per oltre 9 milioni e poi la cede a trattativa privata. Ad aggiudicarsela - scrive sempre Il Resto del Carlino - è  società cooperativa agricola Valdarno Superiore, di cui Boschi è presidente del consiglio di amministrazione. La coop cede la tenuta a un’altra società, appena costituita, denominata Fattoria di Dorna. Boschi detiene il 90% delle quote.  

La vicenda - Nell'esposto si sottolineano irregolarità nelle modalità di vendita dei lotti il fascicolo viene affidato a Roberto Rossi, allora semplice sostituto.  La Guardia di Finanza, su mandato di Rossi, perquisisce sia casa Boschi sia quelle degli acquirenti dei lotti: nella residenza romana di uno dei proprietari – tale Apollonio – spuntano le fotocopie di banconote da 500 euro per un totale di 250mila. Apollonio racconta che Boschi ha preteso da lui 250mila euro al nero per acquistare la proprietà.Il pm Rossi prosegue le indagini con l’accusa di evasione fiscale per il pagamento in nero. Resta solo l’illecito fiscale che Boschi corre a coprire: paga la multa all’Agenzia delle Entrate e ne paga anche una seconda a Bankitalia. Il versamento in nero viola la normativa antiriciclaggio sul massimo di contante utilizzabile, che certo non arriva ai 250mila euro riscossi. 

RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • totano54

    22 Gennaio 2016 - 00:12

    che pezzi di merda questi maledetti sinistrati

    Report

    Rispondi

  • gilberto.fanfani

    21 Gennaio 2016 - 19:07

    cvaro Renzi.,peggio nom ti potevi imboscare

    Report

    Rispondi

  • buonavolonta

    21 Gennaio 2016 - 18:06

    ..bei tempi quando i comunisti erano duri e puri lavoratori operai braccianti ..il popolo ..ora si fingono comunisti e hanno più affari di berlusconi..ma allora ci prendete per il cxxxxxxo

    Report

    Rispondi

  • cane sciolto

    21 Gennaio 2016 - 16:04

    Qui tutti tacciono facendo finta di non sapere a me la cosa mi puzza di bruciato, Attenzione che il Popolo non ne può più e non vorrei che si incazzerebbero e poi si cominciasse a vedere le teste mozzate x strada, quindi facciamo i buoni e soprattutto facciamo le persone serie e oneste che di disonesti in giro ce ne sono tantissimi.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog