Cerca

Il vizietto del premier

Renzi a Porta a porta, la gaffe-boomerang su Calenda: "Mando in Europa uno più rissoso di me"

Renzi a Porta a porta, la gaffe-boomerang su Calenda:

"L'Europa non ne azzecca una". Matteo Renzi ci ha preso gusto: mentre il presidente della Commissione Ue Jean-Claude Juncker ha provato a buttare acqua sul fuoco delle polemiche tra Italia e Bruxelles ("Solo confronti maschi e virili..."), il nostro premier continua a lanciare stilettate agli euroburocrati. Lo scivolone, però, è sempre dietro l'angolo. Sia che si tratti di questioni serie e drammatiche (come l'isolamento totale di Roma sulla questione Schengen e immigrati clandestini) sia di facezie come qualche parola di troppo scappata in tv. Giovedì sera, ospite di Bruno Vespa a Porta a porta, Renzi ha presentato il suo nuovo uomo in Europa, Carlo Calenda, viceministro dello Sviluppo economico e prossimo rappresentante italiano nell'Ue. Un politico, non un diplomatico di professione. "Gli ambasciatori sono bravissimi, per carità. Ma quando i burocrati hanno fatto un po' di battutine sull'Italia a Bruxelles pensando di impaurirmi, ho risposto: se volete uno più rissoso di me e bravissimo, vi mando Calenda che ha gestito benissimo tanti dossier". Non il miglior biglietto da visita, forse per Calenda che di fatto dovrà combattere contro i big europei, probabilmente solo soletto. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • silvano45

    22 Gennaio 2016 - 12:12

    i superpagati e raccomandati giornalisti di renzirai ieri hanno toccato il fondo con intervista zerbino di vespa all'ennesima presenza del pifferaio magico in tv ieri goebbels è stato eguagliato forse superato lo schifo del giornalismo e dell'informazione renzorai da noi tutti profumatamente pagata è una realtà e nessuno si indigna nessuno fa i girotoni

    Report

    Rispondi