Cerca

La sfiducia

Sfiducia al Senato, i tre buchi neri nel discorso di Matteo Renzi

Sfiducia al Senato, i tre buchi neri nel discorso di Matteo Renzi

Il copione recitato da Matteo Renzi al Senato durante la discussione al voto di sfiducia contro il governo presentata da Forza Italia e Lega nord per lo scandalo Etruria ha lasciato scoperti tre argomenti importanti sulla vicenda che ha messo il ministro Maria Elena Boschi al centro delle ultime polemiche sul conflitto di interessi. Renzi ha per esempio evitato di fare cenno ai legami tra i vecchi vertici dell'istituto aretino, tra i quali Pier Luigi Boschi, ed esponenti della massoneria come Flavio Carboni. Il premier poi non ha speso neanche una parola nei confronti delle migliaia di correntisti truffati, soprattutto anziani, dalle banche commissariate dal suo governo con le obbligazioni subordinate. Se quelle persone rivedranno almeno in parte i risparmi di una vita persi al momento resta un mistero, almeno stando alla posizione del governo oggi al Senato. E poi ultimo argomento evitato da Renzi, ma non meno importante, è stato quel dettaglio contenuto nel decret 180/181, il famoso Salva-Banche, che di fatto costituisce uno scudo legale per gli ex amministratori e l'impossibilità, per azionisti e obbligazionisti truffati, di rifarsi nei loro confronti. Renzi ha cercato di dimostrare la trasparenza del governo con l'azione di Bankitalia nei confronti del padre del ministro Boschi, non certo un'azione voluta dal suo governo e della quale nulla c'entra l'azione dell'esecutivo. Lo scudo però resta, così come il silenzio del premier.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • buonavolonta

    28 Gennaio 2016 - 10:10

    quando le pensioni furono bloccate dal prof. bocconiano molti furbetti nelle alte sfere ricorsero per incostituzionalità.. ora vorrei vedere se bloccassero il conto in banca di boschi renzi e company se non saltassero sulla poltrona ..ma quattro pensionati uccisi cosa vuoi che sia.... Berlusconi non avrebbe taciuto su una simile porcata

    Report

    Rispondi

blog