Aspettando le urne

Il sondaggio: perché al Movimento 5 Stelle converrà votare nel 2018 (e vincerà)

Più tardi si andrà a votare, più speranze avrà il Movimento 5 Stelle di diventare il primo partito. Il motivo è semplice: i grillini fanno il vuoto tra i più giovani a cavallo dei 18 anni, e se il ritorno alle urne avverrà davvero nel 2018 buona parte dei 16enni di oggi potrebbero scegliere i 5 Stelle.

I numeri - Secondo un sondaggio di Demopolis pubblicato sul sito dell'Espresso, già oggi il Movimento di Beppe Grillo risulta il secondo partito d'Italia con il 27%, a 5 punti dal Pd di Matteo Renzi al 32 per cento. Alle loro spalle, staccati, la Lega Nord di Matteo Salvini (15,5%) e Forza Italia al 10%, poi il vuoto con Fratelli d'Italia (4,6%), Sel-Sinistra Italiana (4,5%), Area Popolare (3,4%).

Largo ai giovani - "Se si votasse oggi per le Politiche – spiega il direttore dell'Istituto Demopolis Pietro Vento – il Movimento fondato da Grillo risulterebbe, con il 40%, la lista più votata tra chi in Italia ha meno di 45 anni. Molto più debole, al 15%, appare invece il consenso del M5S tra quanti hanno superato i 64 anni".

This page might use cookies if your analytics vendor requires them.